accedi   |   crea nuovo account

Anelli

Come anelli di una catena,
gemme incandescenti
nella più buia delle caverne,
sbocciano parole prigioniere,
sfrecciano come ruote:

Spaccare stanotte,
esplodere ore,
assumere stanotte,
e languire su piume perenni
di giovinezza persa, ma nostra,
non senti il tum tum?
Va giù, giù e sù, sù!
Non smarrire una lacrima,
non tradire un sorriso,
e con la maschera
osservare la linea
prima che giunga la luce,
ad incanto spezzato.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • giovanna raisso il 01/01/2011 16:20
    bella questa "maschera ".. che oltre le catene e il " .. tum tum.." osserva.. e decide..
    bella davvero Len
  • Giacomo Scimonelli il 01/01/2011 14:41
    mi è piaciuta... bravo stile apprezzato

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0