accedi   |   crea nuovo account

Donna velata a Kabul

Dal giorno del mio arrivo
ognor m'insegui,
donna velata:
mistero c'è in te
e forza io non ho
per sfuggir gli sguardi tuoi.
Mi cerchi tra i soldati,
in ogni lavor m'insegui
e brami di abbracciarmi,
pur se deciso
alla passione tua
è il mio rifiuto.
Ma ecco alfin sei giunta
e avvinta a me rimani
nel possesso del corpo e dell'anima.
Da te,
non baci ardenti
e morbide carezze,
ma un duro morso al volto,
stringendo il mio corpo
in mortale amplesso.
Strappato il misterioso velo,
a me ti manifesti:
non sei donna di Kabul,
e chiara nel funereo volto,
a me, disperato, ti riveli,
orrenda ed impietosa morte.
Or avvolto sarò da un Tricolore,
intriso di sangue e di pianto.

 

2
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 07/03/2016 06:48
    apprezzata... complimenti.

7 commenti:

  • salvo ragonesi il 21/02/2011 19:28
    bellissima profonda edolorosa poesia per i suoi contenuti, salvo
  • Mario Olimpieri il 12/01/2011 16:53
    Ti ringrazio, Pietro, per le tue espressioni di stima e per valutare sempre le poesie sotto gli aspetti più nobili e spirituali. Sono molto dispiaciuto per la morte di tuo fratello in circostanze simili a quelle esposte nella mia poesia e partecipo al tuo dolore. Un caro saluto, Mario.
  • Pietro Saltarelli il 12/01/2011 08:24
    Quando la Poesia raggiunge queste altezze e si fa interprete del dolore diviene Preghiera... E al cuor reca sollievo. Siamo immersi nel Mistero della morte, è il nostro limite terreno. Ma la Fede, la Preghiera, l'Amore rende più sopportabile ogni separazione, perchè ci dà la certezza che "andiamo" di vita in vita. Ci fermiamo un poco qui e poi riprendiamo il nostro cammino. Anche a me hanno ucciso nello stesso modo mio fratello. Un caro abbraccio e la mia Preghiera a chi è nel dolore.
  • Mario Olimpieri il 02/01/2011 10:23
    Queste sono poesie scritte con dolore, tristi omaggi a chi perde la vita perseguendo un ideale stroncato dal destino. Giunga un pensiero di conforto a chi è coinvolto in questo dramma familiare.
  • Mario Olimpieri il 02/01/2011 10:20
    Queste sono poesie scritte con l'amarezza nel cuore, tristi omaggi a chi perde la vita per un ideale interrotto dal destino. Giunga un pensiero di conforto a chi è coinvolto nel dramma familiare.
  • Anonimo il 01/01/2011 15:44
    Davvero bella complimenti
  • Giacomo Scimonelli il 01/01/2011 15:08
    tra le più belle di oggi... ogni commento è superfluo... complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0