username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Viole

sbocciavan le viole di De Andrè
in un deserto senza dune
senza desiderio
senza anima
senza domande
e senza risposte inutili
eppure.. vivo

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

39 commenti:

  • angela testa il 29/09/2011 15:29
    eppure vivo... emozionante...
  • Raffaele Arena il 28/09/2011 16:36
  • Tony Golfarelli il 12/06/2011 11:46
    bella e vera,... comunque vivo,...
  • Fernando Piazza il 03/06/2011 22:16
    L'amore che strappa i capelli è perduto ormai,
    non resta che qualche svogliata carezza
    e un po' di tenerezza.
    Grande De Andrè.
    Cavolo, ci vuole davvero tanta fortuna (o forza) per restar vivo in un tale deserto...
  • Nicola Lo Conte il 23/05/2011 20:21
    Dolore nelle tue parole...
    "eppure vivo"...
    Ma, sorridi, domani tutto può accadere...
  • Anonimo il 04/05/2011 22:04
    bellissima e sentitissima...
    ps faber a quest'ora ti starà mandando un abbraccio
  • cristiano daniele il 30/03/2011 13:18
    disillusioni espresse senza veli. Sembra non esserci appiglio nei tuoi versi.
  • Orazio Claveri il 27/03/2011 08:58
    Sto leggendo un rattristamento nelle tue ultime, un caso o. . . dai su con la vita, un abbraccio ed un bacio, per quel che puo valere. La poesia comunque è stupenda
  • Anonimo il 21/03/2011 13:59
    Senza dubbio, mirabile opera, degna di un testo di de gregori.
    Bellissima!

    Al
  • Anonimo il 18/03/2011 18:45
    delicatissima quasi fosse un ricamo tks
  • antonio pascarella il 23/02/2011 12:42
  • Bruno Briasco il 18/02/2011 22:59
    delicata, evocativa...
  • STEFANO FERRI il 17/02/2011 00:01
    Stupenda, arriva come un pugno ma con guanto di velluto.
    Sei molto brava.
    Ciao
  • Marco Ambrosini il 15/02/2011 20:19
    wow delicata... anche se ti penetra nell'animo
  • raffaella amoruso il 09/02/2011 08:31
    ... nonostante tutto e tutti... eppure vivo. Molto bella
  • giuliano cimino il 30/01/2011 12:27
    eppure vivo... molto ma molto vera ricordando il grande Fabrì!!!!!!!
  • Don Pompeo Mongiello il 28/01/2011 19:28
    Poesia di notevole intensità non solo poetica, ma anche affettiva. Brava davvero!
  • B. S. il 28/01/2011 18:57
    Forse le risposte non sono mai inutili,
    qualche volta lo sono le domande..
    Mi piaci con il grande Fabrizio!
    Ti abbraccio
  • Amorina Rojo il 24/01/2011 11:40
    Bella come te, questa poesia... un fiore. bacino
  • giovanna raisso il 22/01/2011 14:48
    grazie Ugo.. ma in questa è solo l'essenza dell' ".. amore perduto.. " come la leggo in De Andrè.. solo un tenero ricordo..
  • Ugo Mastrogiovanni il 22/01/2011 11:16
    Gradevolissima da ricevere e da donare, la viola è un fiore legato alla sfera affettiva e della memoria e indica la costanza e la reciprocità del ricordo e in questo caso è l'essenza per una breve poesia.
  • Anonimo il 22/01/2011 00:18
    Amo De André.
    Bella, bella.
  • vincenzo rubino il 20/01/2011 17:02
    ottima la metafora del deserto senza dune.. le dune infondo lasciano aperta la speranza che dietro esse finalmente possa nascondersi qualcosa di diverso della sabbia.. a presto!
  • Cinzia Gargiulo il 20/01/2011 16:55
    Breve, intensa e malinconica... eppure vivi!
    Bravissima!...
  • Anthony Black il 19/01/2011 20:31
    Anime vuote non esistono, e se per un istante ti riferivi a te, ti dico con certezza che la tua essenza è carica di immense profondità, d'un bagliore che in piccola parte trasmetti qui tramite poesie. Ma esistono anime che si sentono tali, e che smettono di vivere ancor prima del tempo.
    È quell'ultima frase il fulcro di tutta l'opera.. eppure.. vivo.
    Si respira, si cammina, ma questo non vuol dire vivere, è solo il brivido a renderci tali, ed io ti dico di cercarlo ovunque, in chiunque, dimentica il tempo.
    Come sempre, tu non trasmetti parole, ma emozioni. Brava.
  • Anonimo il 11/01/2011 23:49
    eppure... vivi! eppure vivo anch'io... molto bella Giovanna!
  • Anonimo il 05/01/2011 14:37
    eccomi... nn mi ha slavato l'ultima parte del commento...
    beh che dire sono 4 punti importanti, non trovi???

    tvb
  • Anonimo il 05/01/2011 14:32
    Allora, considerando che:

    a - sono nata in via Delle Viole
    b - sto imparando ad amare De Andre'
    c - la poesia e' bellissima
    d - immaginare un deserto senza dune mi affascina
  • Viky D. il 04/01/2011 23:17
    Si Giò, grandissimo De Andrè e grandissima tu a dipingere colori in un'anima vuota... e rispondo con un altro grandissimo:
    "Io che ancora credo, che ancora spero io... io mendicante disteso al sole, sacco di stracci senza più parole... Vivrò nel ghetto dei miei perchè, finchè avrò un respiro per me..."

    Ti voglio bene Giò.
  • denny red. il 04/01/2011 17:57
    Un tributo al grande De Andrè, Bravissima!!! Giovanna.
    Un profondo.. respiro.
    Un Abbraccio!!

  • Anonimo il 03/01/2011 23:05
    E comunque sia vale la pena vivere fino in fondo! Brava Giovanna!
  • Aedo il 03/01/2011 00:39
    La "canzone dell'amore perduto" mi ha sempre coinvolto in un turbine di emozioni, lasciandomi senza fiato. Tu sei riuscita in pochi versi ad associare il ricordo di De Andrè alle sensazioni profonde, che la tua profonda sensibilità poetica è riuscita a trasmettermi. Anche quando non ci sono risposte e la razionalità è annullata, si vive e forse... con più intensità. Bravissima!
    Buon Anno, Giovanna!
    Un abbraccio
  • Anonimo il 02/01/2011 23:56
    Adoro le viole e De Andrè, grazie di questa chicca
  • ELISA DURANTE il 02/01/2011 19:32
    Con il nuovo anno ci hai regalato una miniatura con forti venature di malinconia.
  • Giusy Lupi il 02/01/2011 16:56
    Bella poesia, brava Giovanna, complimenti.
  • Anonimo il 02/01/2011 16:56
    amica mia la trovo bellissima... oltre la dedica a un grande poeta dei giorni nostri e a una delle canzoni d'amore più belle di sempre c'è anche una tua profonda riflessione... apprezzo molto, un abbraccio
  • Anonimo il 02/01/2011 14:41
    CANZONE DELL'AMORE PERDUTO
    Ricordi sbocciavan le viole
    con le nostre parole
    "Non ci lasceremo mai, mai e poi mai",
    vorrei dirti ora le stesse cose
    ma come fan presto, amore, ad appassire le rose
    così per noi
    l'amore che strappa i capelli è perduto ormai,
    non resta che qualche svogliata carezza
    e un po' di tenerezza.
    E quando ti troverai in mano
    quei fiori appassiti al sole
    di un aprile ormai lontano,
    li rimpiangerai
    ma sarà la prima che incontri per strada
    che tu coprirai d'oro per un bacio mai dato,
    per un amore nuovo.
    E sarà la prima che incontri per strada
    che tu coprirai d'oro per un bacio mai dato,
    per un amore nuovo.

    Giovanna, proprio la mia canzone preferita del mio cantante preferito... una canzone triste, come la tua poesia. Ma che succede aohhhh... dai, un abbraccio e brava bravissima. ciaociao
  • Giacomo Scimonelli il 02/01/2011 12:53
    sì.,.. eppure vivi
  • Anonimo il 02/01/2011 12:08
    Brava Giovanna...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0