PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ad un passo dalla felicità

Sono fuggito
Come un ladro
Dalla disperazione

Ho camminato
Ad occhi chiusi
Ho pregato

Ho pianto
Come un bambino
Ho sorriso al cuore

Apri le tue braccia
Sono ad un passo da te
Stringimi forte

Fammi non ricordare
Apri un nuovo sentiero
Congiungi i tuoi passi ai miei

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • sara rota il 30/04/2007 21:54
    stona un po' la strofa finale, ma nel complesso non è male...
  • Luigi Lucantoni il 15/04/2007 21:42
    Possiamo anche personaificare uno stato d'animo; tuttavia la felicità tende ad essere la conseguenza di obiettivi + concreti che solo il buon senso ci permette di raggiungere.
    È comunque bella x la descrizione di ciò che hai provato
  • Riccardo Brumana il 15/04/2007 11:06
    bella, quel "fammi non ricordare" lo vedo come un desiderio di ricominciare la vita insieme, senza trascinarsi i fardelli (rancori, odii, etc...) del passato. complimenti
  • Nella Bernardi il 14/04/2007 23:15
    sono d'accordo con Duccio Monfardini, ciao Nella
  • Duccio Monfardini il 14/04/2007 21:10
    discreta poesia. non mi convince "fammi non ricordare". ciao, duccio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0