accedi   |   crea nuovo account

La vecchietta vola via

Tarda e lunga è l'attesa nella notte trapuntata
fan le stelle il girotondo nella volta illuminata...
Con gli occhioni spalancati e il visino un po' all'insù
la mia scopa voi scrutate, che saetta sempre più.
Sono qui, sono arrivata, bimbi belli, bimbi buoni
Nella notte buia e pesta, vorrei farvi tanti doni.
Ho la gerla sulla schiena
Di leccornie è superpiena.
Per voi tutti bricconcelli
dolci e giochi: solo quelli.
Il carbone, quello vero, di donarvi più non posso
nella stufa lui finisce, per scaldarmi a più non posso.
Il camino è lì che aspetta, al chiarore della luna
Atterrare io dovrò, senza mezzi di fortuna.
Adagiate voi, sul fondo, un bel morbido cuscino
Perché io possa poi posare il mio degno sederino.
Passan gli anni, è vero, son vecchietta
ma di lasciarvi io... non ho nessuna fretta.
Su, vi prego, datemi la mano
A smontare dalla scopa, piano, piano.
Dare aiuto a chi ne ha bisogno
non può essere solo un sogno.
Ecco a voi il vostro dono: la sorpresa ormai è svelata
Finalmente. Ah! sospiro... è finita la nottata.
Buona festa miei signori di felice Epifania!
Salgo a bordo del mio razzo e oplà, io volo via.

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Romano PRESTA il 21/01/2011 11:09
    Una linea si smussa sul mio viso,
    è leggendola che spunta in me un sorriso.
  • danilo il 05/01/2011 01:18
    Simpatica, bella e tanto calda...
    bravissima.
  • Giusy Lupi il 04/01/2011 17:11
    COMPLIMENTI... SEMBRA UNA CANZONCINA...
    GRANDE... GIUSY <3
  • Anonimo il 04/01/2011 15:09
    bellissima,