PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poveri

Poveri angeli,
venuti giù come grandine,
a colmare i marciapiedi,
a vedere le ironiche e buffe faccie
di viandanti cattolici solo di nome.
Poveri clandestini,
annegati per un sogno,
e derisi da un verde idiota,
che non ha il coraggio
di ammettere la propria colpa.
Poveri piccoli,
picchiati da malattie
e da pazzie adulte.
Poveri soldati
che combattono per una finta pace,
magari lo fanno per non perdere
quella familiare.
Povere donne picchiate
da uomini persi in se stessi,
poveri uomini traditi
da donne più simili a cagne,
e non più degne delle magiche armonie.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • sara zucchetti il 08/01/2011 14:17
    Bella poesia ed è la verità la nostra società non sa più cos'è l'amore, per fortuna non per tutti!
  • laura marchetti il 06/01/2011 20:02
    POVERI NOI... MA STA A NOI DENUNCIARE E REAGIRE... QUESTA TUA BELLA POESIA È GIA' UNA DENUNCIA
  • Anonimo il 06/01/2011 19:02
    e non siamo tutti noi "poveri cristi" ? oggi vittime domani carnefici... è la società mondiale a deragliare e noi possiamo solo cercare di contenere il male che ci circonda.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0