PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La poesia è di tutti

Rima o non rima,
metrica o non metrica
chi scrive col cuore mai denigrarlo si potrà.
Chi un pianto trasforma in canto
chi un dolore
un sorriso o il proprio amore
trascrive in versi con fantasia
mai schiaffeggiarlo con satira ed ironia.

La metrica non so cosa sia
la punteggiatura
mia acerrima nemica.
Vomito e partorisco pensieri e segreti
tutti amici e fratelli dell'anima mia.
Anche se baciata una semplice rima mette allegria
anche se gridata una normale sofferenza
trasmette tristezza e non chiede applausi
accetta anche l'indifferenza ma non l'offesa.
Mai deridere
chi denuda il proprio io cercando calore e conforto.
Chi dice che anche questa non sia poesia?

La poesia è anche dei poveri
la poesia di chi non è colto
di chi non è filosofo di vita e verità
la poesia è di tutti e per tutti.
Chi vuol leggere catene non ha
chi vuol denigrare ed offendere lacrime e sorrisi
prima o poi si stancherà.

La poesia è anche mia
nudo senza vocaboli aulici o senza basi
non mi vanto e non mi abbatto.
Ammiro chi colto lo è
applaudo chi coraggio ha
tanti errori che morti non portano
tante sofferenze in questa vita si incontrano.

Ho osato anche oggi
mi son messo tanti contro e non m'importa
ma la mia rabbia andava urlata.
Io resterò l'ignorante del mondo forse
ma altri lo resteranno nella vita.
Chi ha capito ha capito
chi mi prenderà per pazzo non importa
ciò che dovevo urlare ho urlato.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

30 commenti:

  • Grazia Denaro il 19/01/2012 23:38
    Sono d'accordo con te chi vuol leggere legga altrimenti nessuno l'obbliga!
  • Andrea (le tre Botti) il 27/06/2011 22:56
    Mi trovi assolutamente in accordo, chi vuol leggere catene non ha...
  • bruna lanza il 26/06/2011 12:32
    bellissimo ed entusiasmante il tuo urlo, certo, parlo per me e credo di incontrare anche te sulla mia strada, il cuore ci impone di raccontare a tutti le nostre gioie e dolori, forse sbagliamo, ma un poeta quando scrive con il cuore non sbaglia mai perchè ha quel dono di denudarsi davanti al mondo, senza reticenze e falsi pudori, non ci riflette su, si racconta semplicemente.
  • lucia pulpo il 23/01/2011 19:34
    Che bella reazzione!!!!!!!
  • MATTEO SIDERI il 20/01/2011 03:11
    rispetto!!

    geniale.
  • Anonimo il 14/01/2011 02:09
    L'urlo è il primo passo verso una rivoluzione!
  • Falco libero il 14/01/2011 00:14
    credo, anzi spero, che nussuno osi prenderti per pazzo caro amico.
    Bella Poesia di denuncia e autocritica
    Bravo
  • Anonimo il 13/01/2011 17:40
    "Senza la poesia il poeta morirebbe prima di nascere!" ~Jean-Paul Malfatti
  • Antonio Pani il 13/01/2011 16:33
    Concreta e vera. Apprezzata.
    Sono daccordo con Don Pompeo "di sotto". Tutto ciò che tocca l'animo, nel profondo, è poesia. A rileggersi, ciao.
  • augusto villa il 10/01/2011 09:14
    C O N D I V I D O! ! !
    Eppoi... la sensibilità... mica si prende con la laurea..
    La poesia DEVE essere di tutti...
    Una rabbia sana e costruttiva... Propositiva.
  • Anonimo il 10/01/2011 00:34
    Bravo... complimenti! Mi piace un saccooooo!
  • Tim Adrian Reed il 09/01/2011 20:12
    Concordo con te, non si può ingabbiare l'emozione dentro sbarre fatte di convenzioni, di virgole, rime, schemi metrici... è la profondita del pensiero, l'emozione trasmessa a colpirci e farci apprezzare una poesia, e se da un lato la forma ha una sua importanza, è la sostanza che conta davvero... e lo stesso vale per le persone.
  • Nicola Lo Conte il 09/01/2011 18:37
    "Chi un pianto trasforma in canto,
    chi un dolore, un sorriso o il proprio amore
    trascrive in versi con fantasia
    mai schiaffeggiarlo con satira ed ironia."
    Sono d'accordo con te...
  • ELISA DURANTE il 08/01/2011 19:03
    Hai fatto benissimo a urlare ciò che sentivi, ciò che è sacrosantamente giusto.
  • carolina verzeletti il 08/01/2011 11:31
    Come sempre molto bella
  • Barbara Scarinci il 07/01/2011 22:41
    Caro Giacomo, ho sempre pensato che nella vita le critiche negative aiutino molto più di quelle positive in quanto sono proprio le prime che ci fanno crescere, per carità servono anche le altre ma le prime sono quelle che ti spronano a fare sempre meglio e io sia sul lavoro che nella vita personale ne ho sempre fatto tesoro.
    Secondo me Jack ha sicuramente la cultura/conoscenza per poter criticare un opera, quello che dico però è che i suoi modi sono sbagliati, perchè per dire una cosa c'è sempre un'alternativa "gentile" che verrebbe sicuramente più apprezzata in quanto critica.
    Ho letto quasi tutti i suoi commenti, e il suo criticare in malo modo credo che sia scaturito da quello che lui chiama melenso e lecca c.. o, cioè tutti i commenti positivi degli altri utenti, che ritiene senza senso e perchè ci reputa tutti mediocri, infatti gli ho anche chiesto per quale motivo è ancora iscritto a questo sito se la pensa così.
    Io non sono una poetessa e tanto meno una scrittrice, quindi quando leggo una poesia che non piace passo oltre, non commento negativamente in quanto so di non avere le capacità di poter giuducare se un'opera è più o meno buona, ma sicuramente se dovessi farlo lo farei con una critica costruttiva e non distruttiva e dispregiativa.
    Comunque la mia vita non è assolutamente cambiata dall'arrivo di Jack
    fai in modo che sia così anche per te!
    Un saluto
    Barbara
  • laura marchetti il 07/01/2011 22:27
    B R A V I S S I M O!!!
  • Attanasio D'Agostino il 07/01/2011 21:45
    Amico mio il tuo urlo è molto apprezzato
    come dice Saverio, la poesia è un emozione,
    che ti fa correre nel tempo e tornare bambino.
    Ti fa volare e sognare nel mondo che ti circonda.
    Un caro saluto Tanà.
  • antonio pascarella il 07/01/2011 21:43
  • Anonimo il 07/01/2011 20:56
    credo che innanzi tutto poesia sia... emozione che scaturisce dall'anima!
    non importa in che "forma" viene fuori, l'importante che sia genuina! come credo sia questo tuo intervento in difesa del tuo sentir poesia.
  • loretta margherita citarei il 07/01/2011 20:26
    la poesia non deve però essere svilita con oscenità od usata impropriamente, ogni cuore è capace di formularla,è anche vero però che ha delle regole che debbono essere rispettate
    anche il libero verso ha un codice da seguire... molto bella giacomo, accesa dalla tua passione
  • denny red. il 07/01/2011 19:55
    Bravo Giacomo, urla tranquillo, e lascia strillare.. profeti.. e professori.. chissà, magari domani.. girano l'angolo.. e fanno conoscenza con il rispetto!!
    Un Abbraccio, Sempre Bravo!!
  • Don Pompeo Mongiello il 07/01/2011 19:21
    La poesia l'ho sempre considerata come libera espressione del pensiero, dove a volte si inventano addirittura le parole, ove far sentire a chi la legge il battito del cuore di chi l'ha scritta. Un plauso dunque della mia modesta persona a questa tua così bella e schietta.
  • vasily biserov il 07/01/2011 18:45
    Bravo, il tuo urlo è condiviso anche da me... alla fine poesia è l'espressione dei sentimenti!!
  • Anonimo il 07/01/2011 17:57
    La poesia è chiaramente dettata dalla tua onestà intellettuale, che ti consente di scrivere ciò che pensi senza paura e con giusto orgoglio. Per questo applaudo. Mi spiace solo se qualcuno la userà come mezzo di divisione e non di unione, in contrasto con quello che sembra sia stato unanimamente giudicato un corpo estraneo in questo sito e che invece, secondo me, è la classica mano che ha lanciato il sasso nello stagno. Forse ha provocato un po' troppi schizzi, ma non mi sembra un grosso problema.
    Ciao Giacomo.
  • Maria Teresa il 07/01/2011 17:38
    "Mai deridere chi denuda il proprio io cercando calore e conforto".
    Sante parole, caro Giacomo e comunque tu "Non ti curar di loro..."scrivi, scrivi sempre e comunque, noi lo apprezziamo.
    "tante sofferenze in questo sito si incontrano", più che sofferenze io direi delusioni, ma non importa si va avanti lo stesso, la vita vera è "altro" da questo sito, per fortuna.
    Ciao Giacomo.
  • Giusy Lupi il 07/01/2011 17:33
    Grande Giacomo, chi ha capito ha capito,
    chi mi prenderà per pazzo non importa,
    ciò che dovevo urlare ho urlato.
    Bellissima, sei bravo, almeno a me piace come scrivi, poi come ho scritto nella mia ultima poesia" Non sono un poeta", questo non è un sito di poeti ma di persone che scrivono le loro emozioni, bisogna anche commentare in negativo, serve anche quello, ma sempre con rispetto e senza offendere.
    Un caro saluto, amico mio.
    Giusy
  • tania rybak il 07/01/2011 17:11
    comprendo il tuo sfogo, se ti va... leggi la mia"l'uva e la volpe" oppure "gufo"... in ogni caso non bisogna mai offendersi se qualcuno più colto di noi semplici scribacchini ci da qualche suggerimento... la poesia è vita, ma la poesia fatta bene è un frutto di attento lavoro culturale... cara amico mio, a me piacono le tue poesie... sono sincere, semplici, scritte con il cuore in mano ed io adoro le poesie scritte non per un vanto personale, ma un semplice motivo di condivisione dei propri sentimenti... sei in gamba, fidati... un abbraccio
  • Anonimo il 07/01/2011 17:09
    Grande Giacomo... la poesia è bellissima.. l'amico nostro non la meritava ma tu hai ancora una volta dato dimostrazione di avere un grande cuore..
  • Francesca La Torre il 07/01/2011 17:07
    Molto apprezzata ed e' una bella risposta in versi a Jack. Bravo, complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0