username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Arcane

L'uomo
dal viso d'argilla
si screpola

vittima del tempo di sofferta terra

seduto
aspetta
davanti alla lampada accesa della sua arida vita

entra la notte
in un corteo di luci

il dolore non perdura
nulla è perduto

nei suoi occhi
ha la forza
di un leone indomabile

l'Amore della sua Donna
lo plasma di miele immortale

la morte è la legge
a cui sfuggire insieme

la temperanza il diavolo il mondo le separazioni l'ingiustizia le torri un cuore

un corpo da sostenere

la casa di dio
sprofondata
in un cielo di piombo

s'indora nella luce d'una piccola stella

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 11/01/2011 19:23
    Poesia come al solito molto apprezzata e piaciuta. Complimenti!
  • Salvatore Ferranti il 11/01/2011 14:45
    sei sempre bravissimo---i miei complimenti più sinceri...
  • denny red. il 10/01/2011 20:17
    la luce e il buio, occhi indomabili.. nulla è perduto.. la morte è la legge..
    un contorno.. vince, senza respiro..
    Sempre Bravo!! Bella!!
  • Anonimo il 10/01/2011 19:37
    Bravissimo, versi ed immagini si sovrappongono per creare una lirica fantastica
  • Anonimo il 10/01/2011 18:40
    splendide immagini dai forti contrasti... sei un poeta vero..
  • Giuseppe Bellanca il 10/01/2011 16:46
    bravissimo anche in questa tua riesci ad esprimere il massimo ciao Vincenzo.
  • Dolce Sorriso il 10/01/2011 16:20
    bravissimo Vince!!!!!
  • loretta margherita citarei il 10/01/2011 14:54
    i tarocchi le carte magiche, gli arcani maggiori, ma la morte è rinascita intesa nella lettura se vicine sono carte come il sole, gli amanti, diventa fisica se vi è la torre, li so leggere e li so fare, ma non li faccio, perchè mi affido alla divina provvidenza
  • Elisabetta Fabrini il 10/01/2011 14:39
    Molto profonda e sentita...
    bella come sempre!
    Ciao Ely
  • Anonimo il 10/01/2011 12:07
    Qualificato... suggesrivo...

    sempre bravissimo...
  • vincent corbo il 10/01/2011 11:16
    In questa poesia descrivi molto bene i chiaroscuri della vita di un uomo.
  • tania rybak il 10/01/2011 10:11
    il gioco dei tarocchi e i suoi significati nascondono una verità, che deriva dalla oscurità... non fidarti dei tarocchi, fidati solo della luce che hai di fronte i tuoi occhi...
  • tania rybak il 10/01/2011 10:05
    la poesia è molto particolare... il messaggio è forte... ma credo che non esiste l'amore più forte di quello di Dio, unico e immutabile, eterno, infinito, fedele sempre... cosa rara negli essere umani...
  • Simone Scienza il 10/01/2011 10:03
    Non è mai troppo tardi per ruggire
    se negli occhi prende posto una stella

    Vai Vince... plasmato di miele immortale
    THE HIGHLANDER
  • karen tognini il 10/01/2011 09:32
    l'Amore della sua Donna
    lo plasma di miele immortale

    la morte è la legge
    a cui sfuggire insieme

    la temperanza il diavolo il mondo le separazioni l'ingiustizia le torri un cuore

    un corpo da sostenere

    la casa di dio
    sprofondata
    in un cielo di piombo

    s'indora nella luce d'una piccola stella


    Una poesia Vincenzo che lascia il lettore senza parole...
    sei veramente bravo.. sensibile poeta dell'anima!
    un abbraccio
    k

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0