accedi   |   crea nuovo account

Attesa

un danzar di sfuggevoli note,
come anelli di fumo a trapassar le narici,
innocenti striduli, e soffi al cuore: ti vedo, finalmente!
l'attesa è morta, soffocata da mutevole ansia,
perdurante paura di perderti,
ancor prima di averti,  e sentirti...
lascio cader le nuvole, su questo pomeriggio assolato,
soffici gocce asciugar il mio pianto, e coprirlo,
invitandomi al riposo, ora...
il nostro incontro, creduto sogno,
stringe le mie mani, avvinte nelle tue;
non conosco il freddo, né l'acqua può bagnarmi...:
avvolto nel tuo abbraccio, semplicemente,
sorrido...
e la mia unica preghiera, in questo tempestoso giorno,
è di rivederti ancora,
ancora lacrimar per te,
in questa attesa che ha trovato fine, finalmente!

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Silvia il 23/01/2011 17:26
    un attesa ben ricompensata da una presenza desiderata e sopraggiunta bellissima
  • Anonimo il 11/01/2011 10:38
    molto piaciuta nella sua originalità
  • Anonimo il 10/01/2011 19:34
    Versi di Attesa scritti con grande potenza poetica. Complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0