PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Binari

Vagoni corrono veloci
sferraglianti come pensieri sui binari
nel ventre della terra
brulicanti di vita
e di mille respiri.

Piedi e mani
corpi a contatto
sguardi di rimbalzo
come occhi riflessi
sulla fredda superficie di uno specchio.

Intrecci di vita
fino alla prossima fermata
voci sconosciute
volti confusi e sovrapposti
immagini in bianco e nero
diapositive in ordine sparso
ignorate dalla tua memoria.

In un angolo il suo viso
a rompere la monotonia
di volti grigi tutti uguali
che scorrono sullo sfondo
senza motivo e senza necessità
come documentario di vita
fra suoni di ordinarietà quotidiana.

La tua fermata.

Ultimo sguardo per lei
unica nota di colore
in quel tragitto grigio e pensoso
zaffiro nei suoi occhi
di rosso carminio le labbra
oro vivo nei capelli
a rompere il grigio circostante
riportando a galla sogni
desideri e speranze
come calda carezza
che ti sfiora inattesa
e ti rimarrà nel cuore.

Un attimo di vita
cristallizzato per sempre
e consegnato a due occhi
che non rivedrai
mentre già pensi al prossimo sguardo
e alla prossima stazione.

 

0
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Sergio Basciu il 29/03/2014 05:43
    Bella.. intenso fotogramma di un attimo della giornata in cui capita di incrociare e sfiorare il meraviglioso.. si rimane affascinati e sbigottiti.. e rimane una traccia nell'animo.. mi piace

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0