accedi   |   crea nuovo account

Il respiro del mare

Sono sceso sulla riva del mare
sotto la scogliera nevicata d'argento

Brillava ad oriente un alba remota
tiepido barlume d'un molo fantasma
foriero di tanti naufragi

Dalla spiaggia deserta
s'udiva il coro intonato di mille sirene
che stavano quiete tra la spuma dorata

C'era vento
e il respiro del mare
saliva
alla luna e alle stelle soltanto.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Roberto Tommasi il 14/01/2011 14:02
    Ti ringrazio, fa parte delle mie poesie "collegate" ecco quella precedente:

    Sul bagnasciuga

    È rimasto
    piegato dal vento
    un ombrellone sgualcito
    sulla spiaggia deserta

    è rimasto
    sbiadito dal tempo
    sul bagnasciuga
    tra le impronte che si perdono
    nel respiro del mare.
  • ELISA DURANTE il 14/01/2011 13:44
    Molto bella, crea l'illusione di essere lì, magicamente, a sentire quel respiro che non ha inizio nè fine.
  • Roberto Tommasi il 13/01/2011 08:57
    Ti ringrazio!
  • anna rita pincopallo il 13/01/2011 08:49
    molto bella 5 stelle

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0