accedi   |   crea nuovo account

Domani

A volte sono stato in testa,
a volte son rimasto indietro,
la corsa è stata lunga e,
alla fine,
soltanto con me stesso.

Ora...
ora la mia pelle
non profuma più di primavera,
ma il cuore ancora si,
e non è stato mai crudele
con il cuore degli altri,
e non ha permesso
agli altri di esserlo con lui
ma si è difeso, mi ha difeso,
ed ancora lo farà,
deciso, nel suo ruolo,
alimentando le speranze,
i sogni, le certezze
del domani,
spezzando le catene,
facendomi volare,
di nuovo,
ad annusare odori,
colorati,
di una nuova primavera,
per non sentirmi in colpa
se ancora non capisco
cosa farò della mia vita.

 

1
9 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 24/02/2014 18:30
    Una cosa farai di sicuro. Continuerai a scrivere poesie perché quelle non ci faranno mai invecchiare e ci lasceranno dentro giovani!

9 commenti:

  • Bianca Moretti il 31/07/2011 18:34
    Bravo, Mario! Mai arrendersi e soprattutto andare avanti ed affrontare il domani come se fosse sempre il primo giorno. In fondo il nostro corpo è soggetto a cambiamenti, è una legge di natura contro cui non possiamo opporci ma la mente e il cuore, invece, per quanto possano invecchiare e usurarsi insieme al corpo, mantengono inalterate le nostre emozioni e il nostro sentire più profondo... Piaciutissima.
  • mario rossi il 17/04/2011 13:04
    no, no, CLA CLAR, ... nessuna àncora, per fortuna, ma solo progetti per il futuro!!! Questa è stata soltanto la "riflessione" di un momento...(pè giusto che succeda, no?)
  • Anonimo il 17/04/2011 09:55
    è difficile... guardare anti quando si ramane ancorati al passato ... ti capisco comunque bella
  • Ada FIRINO il 22/01/2011 01:40
    Hai ragione, Mario, testa e cuore spesso non vanno di pari passo. Ahimé!
  • mario rossi il 21/01/2011 18:28
    condivido pienamente, Ada, ma è giusto anche concedersi qualche momento... un po' ..."così" ... diciamo "di testa" e non "di cuore", e la testa tutte queste rose non sempre le vede.
  • Ada FIRINO il 21/01/2011 01:03
    Non importa se la pelle non profuma più di primavera, ma finchè nel cuore sboccia ogni giorno un rosa, possiamo vivere "eternamente" in un giardino fiorito e sfuggire all'autunno che avanza. Sì, credo che tu abbia ragione, la corsa è soltanto con noi stessi. Bella!
  • loretta margherita citarei il 18/01/2011 20:17
    piaciuta
  • mario rossi il 13/01/2011 19:24
    grazie, grazie... mi fa un po' fatica rileggerla... ma bisogna guardare avanti, vero?!
  • anna rita pincopallo il 13/01/2011 09:05
    5 stelle piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0