PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

GRIDA...

Calma apparente, dentro me,
esteriormente
tutto sembra normale,
solo una leggera malinconia
traspare negli occhi
Ma….
una voglia di gridare
sento in me,
urla, che diventano silenziose,
non vogliono far rumore,
non vogliono esplodere.

Un pugno opprime il mio stomaco.
La bocca sigillata,
non emette nessun suono,
la gola si ribella,
si gonfia, vuole il mio grido
NO!
il mio grido silenzioso rimane dentro me.

Esco,
salgo in macchina,
ascolto la mia canzone preferita
ad altissimo volume.

Ora Si!
ora tutta la mia voglia di gridare
esplode
Tutta la mia rabbia
esce dalla mia voce,
canto la mia canzone preferita,
la musica mi aiuta a gridare,
la musica mi aiuta a calmare
la mia voglia di esplodere.
Poi,
tutto ritorna, calma apparente.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • silvia ragazzoni il 05/09/2009 19:56
    emozionante... conosco benissimo questo dolore, il viso che nasconde tanto dolore e nel cuore la morte, ma il mondo continua a girare e non si fa altro che nascondere tutto dietro ombre di falsi sorrisi e questo grido di dolore imprigionato nelle lacrime che facciamo uscire solo quando siamo soli con noi stessi... grazie!
  • mario mascia il 27/04/2008 23:27
    sò quanto fa male...
  • Anonimo il 12/07/2007 23:23
    Quanto riconosco la tua calma apparente, molto sentita. Complimenti Ester.
  • Anonimo il 16/06/2007 12:47
    Una volta per gridare sono andata alla stazione... e mentre passava il treno dietro un pilastro... ho sfogato tutta la mia energia URLANDO.
    Contrapposta alla mia Silenzio. Brava. Mi piace.
  • Diana Moretti il 15/06/2007 16:03
    alla fine anche le nostre urla silenziose incidono sulla "calma apparente".. meglio forse concedersi un momento e dilagare che scoppiare inevitabilmente in mezzo alla folla..
  • luigi deluca il 26/05/2007 20:09
    per dirla in breve: bella tosta, e indice di lunga meditazione,
    gigi
  • Michelangelo Cervellera il 24/05/2007 22:18
    Bella poesia. uno stato d'animo terribile provato e riprovato, spesso senza soluzione di continuità.
  • terry Deleo il 05/05/2007 23:18
    Stupenda poesia, mi ci ritrovo in quello che hai scritto... quante volte avrei voluto urlare..."urla che diventano silenziose"... brava davvero.
  • celeste il 02/05/2007 21:56
    Alla calma apparente preferisco le tue chiare e fresche urla
  • sara rota il 30/04/2007 22:17
    Penso che a volte sia giusto dare una voce alle proprie emozioni, siano esse rabbiose o felici... Dopo ci si sente sempre meglio.
  • Riccardo Brumana il 16/04/2007 21:01
    io un autocontrollo così me lo sogno... e forse nemmeno lo vorrei. bella poesia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0