accedi   |   crea nuovo account

10 giorni

Tu non vuoi
lasciarmi così,
a cercare la chiave
ed aprire l'inferno.

Pozzi di tenebra
senza quel raggio
che mi fa urlare gioia
al mondo.

Tu non vuoi
lasciarmi così,
onde bionde al vento,
nave lontana,
nello spazio e nel tempo.

Pigia la folla, pigia!
Ruba se necessario
uno sguardo fraterno.

Eravamo lì lì
per farci consacrare
come nuovo modello:
colore diverso,
torre di Babele,
vecchi come piramidi,
templi oltraggiati,
e labirinti...

Tu non vuoi
lasciarmi così,
incudine e martello,
alla testa del ribelle,
sui campi bombe.

A chi narrare la nostra storia?
Ai liberi che saranno?

Noi muti come l'acciaio,
altro che marmo!

Tu non vuoi
lasciarmi così,
fiore nel deserto
rosso e neve.
Hai scelto ciò che ti spetta
senza ritegno.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • claudia pinheiro montenegro il 16/01/2011 11:24
    Ciao Len,

    Quando li dez dias me lembrei da Palavra:
    Dez dias de tribulação na tentação do Diabo,
    Mas Jesus dá a receita da Vitória:
    -"Sê fiel até a morte
    e dar-te-ei a coroa da vida."
    (Apocalisse 2:10)

    Jesus te abençoe,
    claudia
  • loretta margherita citarei il 15/01/2011 16:51
    molto bella un canto accorato, piaciuta
  • Giacomo Scimonelli il 15/01/2011 16:43
    molto bella... bravo
  • Ezio Grieco il 15/01/2011 11:51
    Mi associo a Hamid!
    Piaciuta.
    cl
  • Hamid Misk il 15/01/2011 11:05
    Bella e profnda Len.
    Bravo
    Hamid

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0