accedi   |   crea nuovo account

Corri... ragazzo corri

Corri, ragazzo corri, anche se non sai dove andare.
Corri, ragazzo corri, non ti fermare,
se la vita tua vuoi salvare.

Sono i fantasmi dei tuoi ricordi, la fame, le malattie e la guerra che ti stanno ad inseguire e ti aiutano a scappare,
corri ragazzo corri, non ti voltare,
loro sono sempre in agguato, ti stanno ad aspettare.

Hai attraversato il deserto con mezzi di fortuna arrivando sino al mare,
poi con barche che a fatica riuscivano a galleggiare
sei approdato sulle spiagge Siciliane, ora un lavoro speri di trovare.

Quanti tuoi compagni di viaggio non ci sono più ora giacciono sotto la sabbia o in fondo al mare,
ti dicono corri, dai forza corri, non ti fermare,
fallo anche per noi, anche per noi devi lottare.

Oggi è una giornata di sole.
La gente va di fretta, ti senti solo e non hai più parole.
Da molto lontano proviene il tuo male.

La notte sarà fredda, ma tu non ti fai nessuna illusione,
sdraiato sotto quel ponte su di un letto di cartone.
Non ti senti solo un rifugiato ma anche un barbone.

Sorridi a te stesso, ti senti più sereno sperando sempre che il domani sia un po' migliore,
certo, ti dici, peggio di così non potrà andare.
La speranza è ultima a morire.

Forza, coraggio, forse, riuscirai a dimenticare
che in patria hai lasciato cuore e dolore,
e tutte le sofferenze che hai patito per poter qui arrivare.

Corri, ragazzo corri, non ti fermare,
vedrai che prima o poi, anche per te arriverà un tempo migliore.
Corri... ragazzo corri, non ti fermare.

 

2
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 18/01/2011 17:08
    sei molto sensibile amico mio... molti extracomunitari arrivano x cercare un po' di fortuna... molti soffrono la distanza dagli affetti... altri commettono crimini come del resto anche chi non è immigrato... tu hai descritto la parte buona di questi fratelli... hai descritto le loro sofferenze con tatto... complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0