PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dadà il cavallino a dondolo

Cavalcando
su una nube d'argento
le onde quietamente tempestose
del Tuo sorriso

dondolo

avanti ed indietro
dal cielo alla terra
fra luce e materia

tornando
ad essere

stordito
dallo sfarfallio di attimi immensi

un fanciullino
di fragile creta

in sfuggenti
oscillanti
voli

compiuti fra Eterno ed Eterno

intrappolati
dall'ansia di un cretino che non sa più donarsi totalmente a fondo in Amore per paura di perdersi affondando nel sublime

capogiro infranto

di un mal di mare profondo

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 20/01/2011 19:53
    Bellissima ed apprezzatissima. Pur nella sua fragilità troverà sempre la forza di spiccare il volo verso l'infinito.
  • Christian Lezzi il 17/01/2011 23:33
    molto bella, complimenti Vincenzo
  • karen tognini il 17/01/2011 18:14
    poesia splendida...
    un fanciullo di fragile creta...

    sei speciale Vincenzo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0