PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Isula bedda

Cara sicilia ca comu na matri sempre m'abbrazzi ogni vota chi tornu. Quantu figli tuoi comu a mia ti lassinu sula pi circari furtuna. Na prumissa ti vogliu fari quannu sarà lu me mumentu sempri cu tia vogliu ristari.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 17/01/2011 22:16
    lontani dalla nostra terra è difficile stare.. impossibile... io ci vivo... e qui vorrò morire... bei versi...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0