accedi   |   crea nuovo account

Vivo

-107"Vivo" -La giornata della memoria-
Paura
di guardarsi allo specchio
Riconoscersi
solo nei gesti quotidiani
Sicurezza
della normalità
Non pensare agli anni...

Poi...

All'improvviso un temporale
La memoria torna
Dirompente
Un numero sul braccio
Tutto il rifiuto del pensiero

Ritorna...

Con crudezza
Inclemenza
Rivedi il tuo sguardo
Risenti le voci
Rivivi l'odore acre...

Non c'è perdono
non c'è giustificazione
Lo specchio si rompe
mille scaglie
si conficcano nella carne

Lacrime libere
finalmente scendono

Nessuno mai
potrà percepire
il dolore resta vivo

vivo...
vivo...

Come vivo è ancora
il tuo cuore
viva
è questa lacrima
nonostante tutto...
Vivo!
(UMILMENTE scritta in occasione della giornata alla memoria)

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 02/02/2016 10:04
    Un plauso floreale per questa tua eccezionale!

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0