username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Colpevole d'esistere

Sono qui

da un giorno sono qui
voi non ve ne siete ancora accorti
e qui c'è tepore,
e qui c'è amore.


Sono qui

da due mesi sono qui
ora vi siete accorti di me,
mamma piange e non so perchè,
papà urla e non so perchè.

Forse è colpa mia
forse sono stato cattivo
... perdonatemi, non volevo...


Sono qui

da quasi tre mesi sono qui;
siamo in una grande casa bianca e pulita,
mamma è tesa su questo lettino freddo
papà è fuori la porta: ora sembra piangere pure lui.

Paura fanno questi uomini
vestiti di bianco, intorno a noi.

LASCIATE STARE MIA MADRE
O
VE LA VEDRETE CON ME!!!

... non ci sono più...

Voi andate via senza me,
non so perchè
forse è colpa mia,
forse sono stato cattivo

eppure vi volevo già tanto bene...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

91 commenti:

  • Riccardo Brumana il 02/12/2008 19:54
    Sonia, chissà quanti hanno scritto sul tema... si parla della vita... e della morte.
    un tema che tutti tocca più o meno da vicino...
    mi fa piacere che tu l'abbia sentita e che ti sia soffermata, come dici per molti è un fardello inutile...
    spero per loro che non cambino mai parere, poichè se si rendessero conto di essere stati i carnefici del proprio figlio-figlia...
    grazie, a rileggerci.
  • Sonia Di Mattei il 02/12/2008 14:11
    la prima volta che ti commentai, ricordo che feci delle associazioni con un libro di Oriana Fallacci. Leggendo questa tua delicatissima poesia, di nuovo mi è tornata in mente lei e il suo libro "Lettera a un bambino mai nato", un'esperienza personale di cui il rimorso e la presa di coscienza.
    La tua è una poesia che fa riflettere, è il dolore impotente di fronte al dono immenso della vita gettato via come inutile zavorra
  • Riccardo Brumana il 29/11/2008 16:59
    Laura, ogni tua parola è acqua per me...
  • laura cuppone il 28/11/2008 00:13
    .. Ogni volta che la leggo penso che sia una delle mie preferite in assoluto, tue... insieme soprattutto all'"angelo del Signore"...
    non si tratta solo di sensibilità...
    chi ha un'anima con un peso dà all'anima il suo peso.. alla vita la vita...
    complimenti Riccardo.
    e grazie per queste emozioni!
    Laura
  • Riccardo Brumana il 16/10/2008 23:46
    Serena, chi è puro non comprende il male e finisce col pensare di essere lui stesso il colpevole...
    ti ringrazio per le tue parole che sento molto forti, l'argomento è delicato ed ognuno lo avverte in base alle proprie esperienze di vita.
    certo è che se tutti vivessimo la vita con la coscienza che raggiungeremo in vecchiaia "o nell'età matura" tanti rimpianti potremmo evitarceli... purtroppo non è possibile... possiamo solo imparare a camminare cercando di cadere ogni volta di meno.
    a rileggerci...
  • serena ricordi il 16/10/2008 17:03
    questa poesia, che sulle prime non avevo capito, mi ha toccato molto da vicino. mi scava nel cuore un infinito rimorso.è terribile e incisiva, dolce nell'innocenza di chi si attribuisce colpe non sue. bravo
  • Riccardo Brumana il 10/10/2008 12:16
    Carmelo, credo che sia anche questione di sensibilità... se pensi di far meglio accomodati, sarò felice di allietarmi con i tuoi versi.
    per quanto riguarda i commenti credo che se tu rispondessi ai tuoi commenti ricevuti, altro che ad ottanta arriveresti, visto la tua grave patologia che ti affligge ormai da molto tempo per la quale ti è quasi impossibile inviare un commento singolo come fanno tutti, ma non ti attapirare, la medicina continua a fare passi da gigante!
    per quanto possibile cercherò di aiutarti mio piccolo poeta, a rileggerci.
  • Riccardo Brumana il 09/10/2008 19:27
    Giuseppe, le tue parole sono carburante per la mia anima.
    un caro saluto!
  • Giuseppe ABBAMONTE il 09/10/2008 18:58
    Grazie Riccardo
    però credo che io debba esprimermi meglio. Trovo il tuo componimento toccante ed efficace, al punto che più che una poesia la sento come un "urlo di dolore". Ciò non ne sminuisce il valore. Al contrario, a mio avviso, lo esalta.
    Spero di leggere altre opere, siano esse poesie o meno, belle come questa.
    Complimenti
  • Giuseppe ABBAMONTE il 09/10/2008 18:58
    Grazie Riccardo
    però credo che io debba esprimermi meglio. Trovo il tuo componimento toccante ed efficace, al punto che più che una poesia la sento come un "urlo di dolore". Ciò non ne sminuisce il valore. Al contrario, a mio avviso, lo esalta.
    Spero di leggere altre opere, siano esse poesie o meno, belle come questa.
    Complimenti
  • Riccardo Brumana il 09/10/2008 18:44
    Giuseppe, cerco sempre di non scrivere opere fini a se stesse... a volte mi servono per fare chiarezza dentro me, altre per trasmettere un messaggio, quindi che non la vedi come poesia non è importante, l'importante che che il messaggio sia passato.
    rileggendola forse hai ragione non è poesia per i termini canonici
    ma è la voce della mia Poesia... che possa piacere o meno.
    ti ringrazio molto per il passaggio.
    a rileggerci.
  • Giuseppe ABBAMONTE il 09/10/2008 13:14
    È vedere le cose da un punto di vista un po' diverso dal solito, ed esprimere con forza un 'opinione. Non sono sicuro si possa definire una poesia, forse mi piace di più definirla un "urlo di dolore". Ma è efficace. E toccante.
    Si puo' non condividere l'opinione, ma non si puo' rimanere indifferenti al messaggio.
  • Riccardo Brumana il 08/10/2008 23:01
    Claudia, la tua interpretazione si discosta dal vero messaggio della poesia.
    ma in fondo ogni interpretazione è giusta in quanto la poesia è sempre scritta a quattro mani, due di chi le scrive e due di chi la legge.
    grazie.
  • claudia checchi il 08/10/2008 16:26
    Succede quasi sempre, nei litigi dei genitori, i figli si sentano
    in colpa... molto vera... bravo..
  • Riccardo Brumana il 06/09/2008 16:59
    Maurizio, quando ricevo commenti positivi per questa poesia sono doppiamente felice, poichè il tema mi è a cuore. grazie.
  • Maurizio Patrocinio il 16/03/2008 23:21
    Condivido appieno, è un forte richiamo al rispetto della vita.
  • Riccardo Brumana il 02/02/2008 00:18
    Sabry, inutile che ti dica che il pensiero è libertà e ogni tuo intervento è sempre gradito!!! purtroppo come dici tu non è così scontato il rispetto per la vita... sembra un'eresia a dirlo ma è la triste realtà di questa socetà che sta perdendo i valori fondamentali per rimpiazzarli con altri futili. ma a giudicare dai commenti ricevuti direi che il futuro non è così tetro, anzi tuttaltro ciao
  • Riccardo Brumana il 01/02/2008 23:47
    Annalisa, le mie sono parole di una creatura condannata a morte per la sola colpa d'esistere...
    condanna? condannabile? sta alla propria morale.
  • Riccardo Brumana il 01/02/2008 23:17
    Annalisa... il rispetto va alla vita, poi giustamente ognuno valuta in base alle proprie esperienze, molte sono le situazioni ma il piccolo/a ha il diritto di vivere, non il dovere di morire...
  • Riccardo Brumana il 01/01/2008 23:45
    skoiattolo, in questo mondo dove a fatica si ascolta chi urla che speranza può avere chi non ha nemmeno il dono del verbo... anche per loro dobbiamo lottare!!! grazie del commento...
  • Riccardo Brumana il 27/12/2007 18:42
    Patrizia, la tua emozione è un grido contro questo scempio. grazie.
  • Riccardo Brumana il 24/12/2007 13:12
    Lucia, ognuno è un un'iverso e "giudica" in base alle proprie esperienze... agisce come meglio crede...
    meno chi non ha ancora visto la luce, essi possono solo confidare nell'amore di chi li porta in grebo. grazie...
  • lucia cecconello il 23/12/2007 22:14
    poesia intensa bella ma non mi sento di giudicare a priori... ciao
  • Riccardo Brumana il 30/10/2007 18:41
    Patrizia, anche il tuo commento è un urlo contro questa ingiustizia...
    grazie per i tuoi pensieri, sempre graditi.
  • patrizia sgura il 30/10/2007 10:57
    l'aborto... sono senza parole... sei davvero sensibile... scritta da un uomo è ancora più ammirevole... bravo
  • laura cuppone il 19/10/2007 13:38
    Riccardo..."colpevole d'esistere" è una delle tue più belle... sia per il tema sia per la forza dell'emozione che trasmette..
    grazie a te
    ciao L
  • Riccardo Brumana il 19/10/2007 13:34
    Laura, si sente tutto l'amore nelle tue parole...
  • laura cuppone il 19/10/2007 01:49
    certo che il mondo e la giustizia non convivono mai..
    e così possibilità di lasciar tracce vengono negate a chi darebbe la vita per averne una e per contro qualcuno elimina parte di sè, la persona, perchè esiste..
    non capisco... mi sforzo di capire ma non ci riesco..
    e i motivi sono tanti, tante le situazioni.. non me la sento di giudicare... forse sono troppo toccata...
    ma tutti ascoltiamo davvero ciò che abbiamo dentro?
    dare la vita... un miracolo..
    doverla togliere... una terribile sfortuna..
    volerla togliere.. incoscienza pura.. e puro egoismo...
    una poesia che mi tocca nel profondo ogni volta che la leggo...
    bravo Riccardo..
    difenere chi non ha voce.. ancora.. e forse non l'avrà...


    ciao L
  • Riccardo Brumana il 18/10/2007 18:53
    Gabriella, le esperienze che maturiamo nella vita comunque ci arricchiscono, e ci rendono più sensibili ad alcune tematiche rispetto ad altre. questo per me è un'argomento che fa male... anche se non ne do mai parlato con nessuno se non scrivendo questa poesia. grazie per l'affetto, ti voglio bene anch'io...
  • Gabriella Salvatore il 18/10/2007 14:21
    è bello Riccardo che tu dia voce a tutti quei bambini mai nati a tutte quelle bellissime persone che sarebbero potuto diventare a tutto l'amore che avrebbero dato e che avrebbero ricevuto, Mi era sfuggita questa poesia, ma ripeto la mia tiritera, sei bravissimo e ti voglio bene per averla scritta, ciao
  • Riccardo Brumana il 13/10/2007 11:09
    Etra, è;
    come la vita...
    come la morte...
  • Riccardo Brumana il 25/09/2007 20:45
    Caterina, il tuo commento... è un argomento che sento molto questo e la tua sensibilità mi aiuta a guardare il prossimo con più ottimismo. grazie.
  • Riccardo Brumana il 25/09/2007 00:54
    Cinzia, grazie per i tuoi commenti, son sempre graditissimi!
  • Cinzia Gargiulo il 25/09/2007 00:01
    VIVA LA VITA!!!... e viva tutti quelli che la rispettano...
    Poesia molto toccante!!
    Bravissimo ancora una volta!...
  • Riccardo Brumana il 22/09/2007 03:53
    Stefano, grazie del commento.. tratto diversi "generi" di poesia... questione di gusti ed esperienze individuali. a rileggerci.
  • Stefano Bruno il 17/09/2007 23:34
    Trovo questa tua opera davvero moooolto bella. È molto gradevole e delicata, per quello che ne posso capire io è la cosa migliore che hai scritto.
  • Riccardo Brumana il 05/09/2007 12:55
    ok, se mi capita l'occasione lo leggerò.
  • Anna G. Mormina il 05/09/2007 10:14
    Ciao Riccardo, quando hai un po' di tempo, leggilo quel libro... te lo consiglio. Tra l'altro, non è molto lungo ed è scorrevole...
    Con simpatia!
    Anna
  • Riccardo Brumana il 04/09/2007 23:07
    Ciao Carmelo, non preoccuparti non è niente... certo che mi state facendo venire voglia di leggerlo quel libro. grazie del commento
  • Riccardo Brumana il 04/09/2007 22:48
    Ciao Augusto, grazie del commento... e della dritta
  • augusto villa il 04/09/2007 22:28
    Orca!... questa me l'ero persa!... La trovo bellissima, complimenti!!! Se ti va dai un occhiata all'acrostico Figli
    Ciaooooo!
  • Riccardo Brumana il 03/09/2007 22:14
    Ciao Emma, certo la scelta non è facile... ma si tratta di decidere della vita o morte di proprio figlio... in cambio dei propri sacrifici. grazie del commento.
  • Riccardo Brumana il 02/09/2007 19:28
    ciao Anna, mi fa piacere che ti sia piaciuta... penso che una creatura immacolata, non contaminata da corrotti sentimenti umani, non possa che provare amore.
  • Riccardo Brumana il 02/09/2007 19:22
    ciao Vito, grazie del commeno, sono d'accordo, condannare a morte un essere malvagio è discutibile, condannare a morte il proprio figlio innocente o colpevole solamente d'esistere è da egoisti!!!
  • Anna G. Mormina il 02/09/2007 11:39
    Riccardo è molto bella la tua poesia... mi ha fatto venire in mente il libro LETTERA A UN BAMBINO MAI NATO di Oriana Fallaci!
    Quello che più mi ha colpita della tua poesia è che, mentre accade quel che accade, il bimbo vuole comunque BENE!
    A presto!
    Anna
  • Ezio Grieco il 15/05/2007 00:39
    ... non ho parole per il commento.
    Bellisssimmmissssimmmisssimmmma!!!!!!!!!
  • lory giacobbe il 14/05/2007 16:29
    Bella e toccante fino alle ossa. Bravo sei riuscito ad immedesimarti in un ruolo che troppo spesso viene dimenticato.
  • Argeta Brozi il 14/05/2007 15:53
    Ho capito che sono i genitori, ma ho inteso il testo come se fosse il bimbo a parlare e quindi a vedere i genitori andarsene, non mi so spiegare!
  • Argeta Brozi il 13/05/2007 19:04
    Tenerezza a primo impatto, ma troppo semplicistica ed elementare. Avrei scritto così:
    Sono qui
    non ve ne siete accorti
    ma sono qui
    dove c'è tepore
    dove c'è amore...
    mamma piange e non so perchè
    papà urla e non so perchè
    forse è colpa mia...
    eppure vi voglio bene.
    Anche se non ci siete più.
  • antonella ninni il 02/05/2007 17:33
    sono contraria alla'aborto, ma rabbrividisco di più quando sento di bambini nati e gettati nell'immondizia.. molto bella.. ciao riccardo e rileggerci
  • tania rybak il 29/04/2007 17:51
    poesia da brivido. una scelta difficile, forse persino distruttiva per una donna, ma se "papà urla che non lo vuole" per svariati motivi non sempre per una giovane è semplice tenerlo. condivido pienamente che sia un omicidio e credo che segna l'anima della donna che lo fa per il resto dei suoi giorni. non credo si possa dimenticare... povera creaturà che viene gettata via non centra niente, ed è per questo che la chiesa consiglia di non avere i rapporti prima del matrimonio. non solo per negare la libertà, ma sopratutto per protegerci e per prevenire che queste cose accadono. tuttavia non me la sento assolutamente di condanare nessuno, perchè certe cose bisogna vivere per capire. cmq complimenti per il coraggio di dire sempre quel che pensi. sentirlo dentro è una gioia immensa sopratutto quando nasce in un matrimonio felice
  • Tony Golfarelli il 26/04/2007 10:21
    Piacevole la lettura, anche se il finale conferma il contenuto. Grazie per il tuo
  • A. Barbara Di Stefano il 26/04/2007 08:02
    a prescindere dai valori che ciascuno ha, la poesia racchiude egregiamente l'eventuale pensiero di quella povera creatura...
  • Riccardo Brumana il 24/04/2007 22:34
    ciao elio, grazie del commento. veramente trovi dei versi che ti impediscono di carpirne il significato? fin'ora il significato è stato chiaro e comprensibile a tutti. evidentemente la comprensione delle poesie ti risulta difficile, spero che tu non voglia far parte di questa supergiuria di cui si parla tanto. perchè onestamente non ti reputo all'altezza.
  • ELIO RIA il 24/04/2007 21:07
    Vi è il deisderio d'interrogarsi, di avere delle risposte. Ci sono dei versi fluidi che rendono piacevole la lettura, altri invece è come se avessero l'inerzia che impedisce di rendere noto il significato. Non mi piace la metrica delle ultime tre strofe nè i versi che seguono in quanto si limitano a descrivere uno stato d'animo senza la giusta liricità.
    Considero comunque nel complesso soddisfacente lo stile.
  • Annalisa Benevelli il 22/04/2007 08:33
    Bellaa veramente!!!!!!
  • Wanda D'Arrigo il 20/04/2007 23:11
    Complimenti, bella davvero!
  • sara rota il 18/04/2007 21:44
    Bella poesia, triste, ma ripeto davvero bella.
  • Riccardo Brumana il 18/04/2007 21:37
    Le parole del mio commento precedente non sono mie. scusate, è stata una "bella sorpresa" anche per me!
  • Anonimo il 18/04/2007 20:37
    Non mi sento di giudicare chi fa una scelta del genere, bisogna trovarsi nelle situazioni, ognuno di noi è un'individuo a sè, con vissuti diversi perciò non è giusto giudicare a priori. Comunque la tua poesia è intensa. Bravo
  • Riccardo Brumana il 18/04/2007 20:16
    Io sono assolutissimamente contro l'aborto. Forse sarà perchè anche io ho dovuto affrontarne uno e NON VOLONTARIO, ma non sopporto quelle donne più o meno giovani che scopertesi incinta e successivamente avere partorito "buttano" il loro frugoletto come fosse un pezzo di cibo avariato! Scusa lo sfogo, ma se non lo facevo non mi sentivo in pace con me stessa... La poesia è decisamente toccante, ben scritta e credimi, non è facile trattare un argomento così delicato in queste poche righe. Bravo, mi hai commosso. Ti meriti proprio un bel 10!
  • Adriano Di Carlo il 18/04/2007 16:01
    ammazza in così poco tempo hai fatto tutti quei commenti, sei un mostro complimeti.
  • alice di nanna il 17/04/2007 23:23
    superextrabravissimo Riky,
    profonda e difenziva, ti tocca davvero molto!!!
  • daniela sanna il 17/04/2007 16:14
    Quanti bimbi innocenti non verranno mai alla luce? E perchè non fare un atto di dono a chi non li ha? L'aborto è un tema difficile da affrontare. Tu sei stato bravissimo. Complimenti. Daniela
  • luigi deluca il 17/04/2007 14:52
    Con grande sincerità ti dico che non me la sento di commentare la tua opera(peraltro molto ben composta) perchè io sono favorevole all'aborto, come sono favorevole alla pena di morte, al divorzio e alle unioni di fatto ed alla eutanasia;(e mi fermo quì, senza entrare in politica!) quindi perdonami se ti ho fatto inorridire, con la stima di sempre, gigi
  • laura cuppone il 17/04/2007 11:46
    Carissimo Riccardo... non so cosa dire... qualcuno sceglie di farti vivere o morire ancora prima di nascere...è stupenda, terribilmente triste, una denuncia avvolta in un urlo di disperazione...È veramente incredibile... mi è piaciuta molto... i bimbi sono Luce, ricordi? un abbraccio L
  • Kasumi Suzumura il 16/04/2007 22:57
    Complimenti! Veramente bella e piena di sentimenti! Ciao... Kasumi!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0