PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Luce e tenebra

Tenebra; di fronte ai miei occhi,
la pioggia cade gelida e scandita
come un pendolo con i suoi rintocchi,
osservo il vuoto di una giornata finita.
Un risveglio al mattino turbolento,
e subito il dì si avvia incessante;
tanti, troppi pesi, ormai lo sento.
Tempo di realizzare, il sole è calante.

Luce; mi desta con tenero fare,
il cielo è limpido e accogliente,
non più mi spinge ad annegare
ma risveglia la mia mente dormiente.
Passo dopo passo il pensiero si apre,
sono libero di perdermi, libero di vagare.
Tanta è la gioia di quando si scopre
l'essenza del vivere, il piacere dell'errare.

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0