accedi   |   crea nuovo account

Riassunto

Bolle di sapone io facevo da bambino
che dal primo piano poi volavano in giardino,
lì c'era il mio cane che saltava tutto intorno,
e così passava una parte del giorno,
e così passava una parte di vita,
della mia vita.

Poi sono cresciuto e sono diventato grande
ho imparato il bene e il male dalle circostanze,
amici e amori, nemici e danaro,
ma nella bocca mi resta l'amaro,
e nelle mani non stringo più niente,
davvero niente.

Ora sono vecchio e guardo il fuoco nel camino
son finiti i giorni di quell'uomo e quel bambino,
ora passo il tempo fumando la pipa,
e leggendo libri che sfoglio fra le dita,
godendomi quei giorni che restano di vita,
della mia vita.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Bruno Briasco il 03/03/2011 12:53
    Ciao Vicenzio... forse hai ragione... grazie
  • Vincenzo Renda il 02/02/2011 15:35
    non si è vecchi se ci si ricorda delle bolle di sapone... bella
  • Bruno Briasco il 22/01/2011 13:00
    Grazie Pietro. A ri-leggerci. BB
  • Pietro Saltarelli il 22/01/2011 12:55
    "Insegnaci a contare i nostri giorni e giungeremo alla Sapienza del cuore" diceva migliaia di anni fa l'antico orante d'Israele. Mi sembra che tu abbia colto benissimo la sua attualità. Complimenti