accedi   |   crea nuovo account

Buon viaggio Angelo

Sei stato un uomo onesto e scrupoloso,
la sorte l'hai affrontata con coraggio.
Sapevi essere serio e spiritoso
anche quando parlati di quel viaggio

che di lì a poco avresti cominciato,
terminata la lotta contro il male
che t'ha sconfitto ma non ti ha piegato.
Buon viaggio amico. Ave atque Vale!

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Giuseppe ABBAMONTE il 25/01/2011 18:03
    Grazie a tutti.
    Lasciate che aggiunga due parole, in particolare con riferimento al commento di Nicola. Conoscevo Angelo da tempo ed avevo apprezzato tutte le cose che ha elencato così bene Nicola. L'ultima volta che l'ho visto mi aveva accennato al suo stato. Sapeva bene che non gli restava molto ma ostentava una serenità ed un impegno che normalmente si trovano solo in chi pensa di poter vivere per sempre. Una serenità e nel contempo una forza, davvero ammirevoli e fuori dal comune.
    Durante il suo funerale un suo amico ha fatto cenno al viaggio che lui stava per compiere e gli ha augurato, a nome di tutti, buon viaggio. Volevo, con questa composizione, unirmi a lui in questo augurio. È forse il modo migliore per ricordarlo ed essergli vicino.
    Ancora buon viaggio Angelo e "Ave atque Vale".
    Giuseppe
  • Giacomo Scimonelli il 25/01/2011 13:52
    bellissima dedica...
  • loretta margherita citarei il 24/01/2011 20:38
    bellissima poesia scritta in memoria di un amico, bello rileggerti dopo tanto tempo
  • Nicola Saracino il 24/01/2011 11:22
    Un saluto discreto ed affettuoso, che termina con il bellissimo, ultimo fraterno abbraccio di Catullo...
    Era l'Ing. Angelo Pacini. Un grande, ineguagliato professionista, ma soprattutto un uomo che lasciava traccia in ogni persona che incontrasse. Un uomo aperto, sincero, arguto, provocatorio e di buon senso, severo e affettoso... con cui parlare è sempre stato un piacere e una sfida. Si indignava senza mai perdere la ragione, si divertiva senza mai perdere il buon gusto. Della rara specie di quelli che ascoltiamo anche quando hanno perso la voce. Grazie Angelo, "adempte mihi... ave atque vale". E grazie a te Giuseppe, per aver dato parola a noi, ammutoliti amici di Angelo.
    Nicola
  • anna rita pincopallo il 24/01/2011 09:57
    dedica triste ma molto tenera per una persona speciale molto bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0