accedi   |   crea nuovo account

Sono io

Non cercare di capirmi!

Io stesso non mi comprendo!

Per poi capire cosa?

Per scoprire cosa di me?

Puoi tu forse spiegare cos'è il vento?

Eppure lo senti mentre urla la sua rabbia scompigliando i tuoi capelli,
lo vedi, ilare, alzare divertito mulinelli di polvere rossa,
nelle torride giornate d'estate.

Puoi spiegare il profumo di un fiore?

L'intimo calore di un abbraccio?

Il dolore per un amore perduto?

Puoi dirmi chi sei tu veramente?

Non cercare di chiudermi in stereotipi che non mi appartengono,
perché io sono il vento,
sono il profumo di un fiore,
il calore di un abbraccio o il dolore per un amore finito.

Prendi di me quello che vuoi,
io sono il lato oscuro della tua coscienza,
l'irrazionale logica della follia.

Sono il mondo sommerso che tiene a galla la tua superficiale apparenza,
la tua candida facciata da proporre orgogliosa al mondo.

Sono ciò che tu vuoi, ciò che tu speri di avere da un uomo,
capirmi equivale a perdermi,
perché non si può possedere ciò che non si ha,
compresa la propria vita.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Giovanni Conti il 05/02/2009 00:03
    "io sono il lato oscuro della tua coscienza,
    l'irrazionale logica della follia."
    Bellissima davvero, complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0