PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pinocchio e noi

Lesto lesto
il buon burattino,
con l'abbecedario
sotto il braccio,
a scuola
andava
e mai arrivò,
da un teatrino ambulante
attratto fu,
e per il biglietto
con quel libricino
pagò,
che papà Geppetto,
a sua volta,
con la sua unica giacchetta
pagò,
e poco
mancò
nel fuoco
finire,
per lo soma
di Mangiafuoco
scaldar.
Ma lui,
burattino
di legno
sol
fu,
testa
di legna
quindi aver,
ma noi,
che di divino soffio
donati
siam,
spesso
da lui
diversi
non siam.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Giusy Lupi il 27/01/2011 11:23
    Verissima realtà trasformata in versi, le nostre teste a volte sono più dure del legno.
    Complimenti. Giusy
  • ELISA DURANTE il 25/01/2011 20:00
    Spesso e volentieri sorprendi nel finale! Bravo!
  • Giacomo Scimonelli il 25/01/2011 09:47
    è vero... anche noi tante volte siam proprio di legno...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0