PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'immenso

Vorrei interrogare la tristezza
per non chiedergli
nulla.

E se poi
tu m'accompagnerai io
adesso giaccio
nei luoghi dove una volta giocavo.

Ecco
come un cieco
che immagina qualcosa
l'anima mia ora non vede.

E il tranquillo canto del mio cuore
è una voce dolce
che nel piccolo immenso
si fonde.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0