username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ricordi

Ciao, amica mia.
Come sono lontani
quei momenti:
il mio dito, petalo di rosa,
sfiora le tue labbra di velluto,
socchiuse,
la mia calda mano raccoglie
e accarezza
il tuo candido seno,
e si sofferma
a carezzare il turgido piacere,
la mia bocca bacia il tuo ventre
piatto e serico,
donando tremori alla sua pelle,
poi, elegante, scende
a brucare
il tuo prato di Venere
lasciandosi andare
a teneri baci silenziosi
per sentire i respiri
che salgono,
e dominano
gli altri rumori...
scambiarsi la vita,
mischiare gli odori,
e nei sudori
godere per poi arrivare
alla corporea gioia.
Il vissuto di ieri è già passato,
è già lontano
e domani,
con ansia ti aspetto
per riviverlo ancora,
mia Amica cara.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Bianca Moretti il 20/07/2011 00:19
    Sensuale, passionale senza essere volgare. L'amore fatto per amore e non per sesso. È tutta lì la differenza:un dono di anime in cui le emozioni volano e i cuori battono all'unisono e non un semplice scambio di fluidi corporei... Intensa e palpitante.
  • Anonimo il 17/04/2011 09:54
    nostalgica... scritta delicatamente, in punta di piedi... complimenti
  • Francesca La Torre il 31/01/2011 22:34
  • Maria Rosa Cugudda il 30/01/2011 11:00
    profonda e ricca di sentimento! molto apprezzata.
  • mario rossi il 27/01/2011 12:37
    Grazie Francesca, grazie Giusy, i vostri commenti sono gratificanti...
  • Giusy Lupi il 27/01/2011 11:32
    Con ansia ti aspetto
    per riviverlo ancora...
    Bellissima poesia, ricordi e speranze.
    Piaciuta, ciao Giusy
  • Francesca La Torre il 27/01/2011 10:48
    Bellissimo il ricordo di una passione vissuta, tanto bello che si aspetta di riviverlo>Piaciuta molto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0