PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Onda

Sei come un onda
da surfare
per poi finirci dentro nelle schiume bianche.
Sei salata, credo che sia normale..
umida, bagnata, riecheggi nel mio corpo
mi scuoti se cado
ma se ti cavalco ti ho mia.
Salgo e poi finisco sotto
scivolo
e mi trovo disperso nei flutti.
Sei una piccola parte di una grande marea azzurra.
Nero il tuo profondo abisso
a volte libero dalle posidonie
come rasato dai marosi caldi di un estate.
Mi percorri
ed io mi lascio sopraffare
finche non finisci il tuo fluttuare
sulla mia pelle color sabbia.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • loretta margherita citarei il 28/01/2011 21:21
  • sara zucchetti il 28/01/2011 20:55
    Una bella poesia d'amore con la metafora del mare. Bravo!
  • Giacomo Scimonelli il 28/01/2011 13:08

    molto bella...
  • Ada FIRINO il 28/01/2011 12:50
    Mi percorri
    ed io mi lascio sopraffare
    finche non finisci il tuo fluttuare
    sulla mia pelle color sabbia.

    Bella tutta, ma intensa la chiusa. Bravo!
  • Minalouche TS Elliot il 27/01/2011 21:44
    L'opera sarebbe molto sensuale se non ci fosse quel"x" che la relega al mero messaggino telefonico...
  • Giusy Lupi il 27/01/2011 18:33
    Bellissima poesia, complimenti.
    Ciao Giusy + 5 stelle
  • nik montana il 27/01/2011 17:48
    molto bella complimenti... quanta voglia di estate... ciao
  • Anonimo il 27/01/2011 15:20
    Questa poesia è pathos a mille.
    Emozionante e di più...
    Veramente splendida

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0