accedi   |   crea nuovo account

E quando sto con te mi sento di passaggio

E quando sto con te mi sento di passaggio,
Cammino sulle punte, non poggio mai i talloni.
Intrusa nella cucina di qualcun'altra.

E quando sto con te mi sento sostituibile.
Dolce e labile, precaria e stupida.

E quando sto con te mi sento impersonale
Vacillo da un contenitore a me ma non ci sono,
mi spargo un po' nell'aria,
mi poggio sui tuoi vestiti,
ci sono
ma non mi sentirai.

E quando sto con te mi sento prevedibile.
Corrotta nell'ingenuità delle cose belle

E quando sto con te non sono me.
È che di te ho paura

Comprami un biglietto e parto.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 01/05/2011 22:54
    Stupenda e piaciutissima
  • Irene Guidarelli il 29/01/2011 02:54
    Grazie, è veramente piacevole ricevere commenti positivi, grazie
  • Aedo il 28/01/2011 23:44
    Veramente bella questa tua prima composizione: è molto diretta e immediata, riuscendo a coinvolgermi con le sue emozioni. Bravissima!
    Ignazio
  • Manuel Cassina il 28/01/2011 21:10
    Molto bella. Stupenda in "ci sono/ma non mi sentirai" dove l'uso del futuro è fantastico. "Comprami un biglietto e parto"... conclusione perfetta. Lode.
  • loretta margherita citarei il 28/01/2011 19:52
  • krys sotgiu il 28/01/2011 10:39
    un amore a meta'... ricerca l'altro spicchio e tuto si completa...
    una rosa blu

    krys
  • antonio castaldo il 28/01/2011 10:16
    bella la tua prima... complimenti!!!
    piaciuta e... benvenuta!!!!
  • antonio castaldo il 28/01/2011 10:12
    molto nel personale la tua prima
    piaciutissima!!!... benvenuta!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0