username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il canto del Cigno

Serata evergreen
alla "Bussola"
il locale più in
della città.
Metterò il doppio petto blu,
la camicia bianca,
con il collo alla Francese,
ed il foulard
di Yves Saint Laurent.
Il paletot di cachemire
e le scarpe di vernice,
lucide e nere.
Sbarbato, profumato,
gel nei capelli,
effetto bagnato.
Serata anni sessanta!
Luci soffuse,
musica dal vivo,
Twist, Rock e Lenti;
la Dama la senti
che balla con Te.
Sulle note immortali
danzeranno ricordi,
il ballo del mattone
risveglierà ardori
spenti dal tempo che è andato.
Metterò in tasca
preservativi e Viagra.
I ricordi
accendono nostalgie e complicità,
chissà, magari,
un'ora d'amore
sui sedili posteriori
della mia vecchia Fiat.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 30/05/2011 13:46
    molto bella ... ironica... originale il titolo azzeccatissimo complimenti
  • ELISA DURANTE il 30/01/2011 16:35
    Divertente, piaciuta!
  • Anonimo il 28/01/2011 21:22
  • loretta margherita citarei il 28/01/2011 19:58
    ironica
  • Anonimo il 28/01/2011 19:37
    Praticamente tuttoquello che io evito come la peste... hahaha. Molto bella piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0