PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pensieri in Formalina XIX

Nemesi umorali
si toccano avidamente,
immolando il peccato
del continuo
incedere in errore.
Ora assopito nello sdegno
fluttuerei volentieri,
accarezzando visioni
con tranciata appartenenza.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 01/04/2012 10:32
    Un linguaggio secco e deciso,
    per una poesia che si lascia leggere
    ben volentieri,
    complimenti, davvero.

1 commenti:

  • silvia leuzzi il 01/11/2011 18:39
    Questi tuoi versi chiusi in se stessi sono difficili da commentare. Come una brezza per gli occhi che leggono " le nemesi umorali " ci avvolgono il quotidiano vivere. Bellissimi i versi finali. Complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0