PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

In attesa della notte

Tremanti si accendono incerti i lampioni,
il sole esce piano di scena
trascina il suo mantello
rosso di sangue
lungo un cielo morente.
Un eroe stanco e sfatto
che dopo aver vinto la notte
ne è sopraffatto.
Non temo la notte
nemmeno la più scura,
non temo la solitudine
nemmeno la più nera,
non mi spaventa il suo specchio vuoto;
in fondo tra le mille tasche
nei miei cassetti più nascosti
porto ancora avvolta tra i ricordi
una piccola, fioca, luce;
è poca cosa
ma se vorrai,
ti lascio un posto
accanto
sul limitar dell'oscurità.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • karen tognini il 31/01/2011 21:11
    é bellissima... complimenti di cuore...
    karen
  • Vincenzo Capitanucci il 31/01/2011 18:47
    è poca e grande cosa...

    Molto bella.. Luigi..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0