accedi   |   crea nuovo account

Sei felice ora?

dolce dolore, mia espiazione floreale
sei felice ora?
il motivo sarebbe una non meglio specifica improvvisa, malattia
malattia di te, splendente angelo
la tua, iniziativa ha messo me in condizioni illimitate
di salvezza e amore e, pace come, fosse un giorno speciale
ma ultima, tappa. Ritornai in Irlanda.
con l'amaro nella mia, bocca, asciutta
ora che sei tutto nudo, senza, me.
e io sporca di un mascara, anelito di purezza
sciolto nelle gote ancor più pure
come risa di educande bianche
e intanto il sole spiava il tuo corpo con i raggi figli gialli, calore, sento calore.
ma prego, che tu stia bene, col verde delle foglie a baciarti sul collo.
Ma. Immaginazione. Chiedo solo questo.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • mariagrazia iannicelli il 02/04/2011 10:42
    le parole vagano tra dolore e leggerezza, lasciano immaginare... molto bella
  • Giuseppe Tiloca il 01/02/2011 18:43
    Immaginazione, anche io chiedo solo quello ma terrorizza me stesso solo il pensiero. Di poter sfuggire così velocemente ad un sentimento tanto maligno ma così, buono che intanto marcia anche verso di me, lo sento maledizione..
    Irlanda, splendida, ci sono stato, e tu, sei felice?
    Grazie

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0