PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'appuntamento

Dopo esser stati così lontani
ci ritroveremo dove tu sai;
in quella porzione di spazio,
alla sola distanza d'un bacio,
tra la Bilancia che non froda sul peso
e la Vergine che più non si concede.
Nell'unico punto dell'infinito
dove ritrovare la lieta follia
che oggi non possiamo concederci.

Lì dove Simon Mago non mercanteggia
ma offre sull'ara di marmo antico
pane azzimo, vino sanguigno e Pesci;
donando a chi non conobbe l'amore
le nostre Reliquie terrene.

Tu mia Dea, io tuo Dio proseguiremo
tenendoci anima per anima
portati da un frullo di passero
dove riparano gli Angeli
cullati da un soffio d'ardore innocente.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 07/03/2011 10:09
    Bellima poesia perchè a mio avviso molto delicata e romantica. Complimenti sinceri.-
  • Marcello Caloro il 01/02/2011 20:39
    Ciao Anna,
    un vero piacere anche per me!
    Fortuna che ci sei tu a commentarmi...(eh, eh)!
    Se mi cucini una tiella d'rise, patane e cozz, domani vengo a pranzo da te!
  • anna marinelli il 31/01/2011 21:32
    è bello ritrovarti in un luogo inaspettato.. bello rileggerti marcellobello

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0