PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Declino vitale

È così pesante, reggere la propria vista
non avere remore nello scrutarla ogni mattina
ogni dannata mattina
nel dannato specchio, quasi come monito
del tuo perenne declino.
Ma è ordine e obbligo
di quello che sei obbligato a vivere,
la costante sequenza di una scena
mai terminata, mai conclusa.
La volontà dei pochi non scalfisce
il destino dei molti.
Terrore che cresce negli occhi,
paura incubata sotto la pelle.

 

2
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Adele Vincenti il 23/01/2016 17:51
    la vita è miglio viverla che tenerla in agonia..
    il concetto della poesia è tener alto la vita.. non perdersi di animo mai.. anche davanti agli ostacoli.. di cui ogni giorno ci propone il vivere.. Bravo... vivere sempre... comunque e ovunque..

6 commenti:

  • augusta il 01/03/2012 09:18
    bravo... credo anche un po' filosofica
  • Marco Ambrosini il 22/09/2011 00:09
    non perdere mai il gusto della vita per un aspetto o per l'altro vale sempre la pena viverla
  • aleks nightmare il 03/05/2011 11:18
    Grazie Silvia, Gianluca e Stefano... È un periodo in cui non mi sento molto di scrivere, nè prosa nè poesia... Grazie a tutti, un abbraccio!!!
  • Silvia Pag il 01/05/2011 12:29
    Mi piace sempre come scrivi.. quest'ultima non l'avevo ancora letta! Molto bella..
  • Anonimo il 19/03/2011 14:06
  • stefano manca il 20/02/2011 18:36
    mi fa pensare al costante "non giungere mai a nulla" dell'uomo; all'inutile corsa per raggiungere senza mai veramente giungere.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0