accedi   |   crea nuovo account

Il cielo

TU, Una mattina di primavera,
osservasti, fuori, dalla finestra, con, il naso in su,
tu, rimanesti folgorato dal suo splendore,
Era, più strano che mai!
Era, tutto coperto da nubi stranissime,
erano di un bianco candido, che ,
dessero l'impressione, di panna montata,
tu, desiderasti, spiccare il volo, e immergerti dentro.
Era qualche cosa di incredibile
Ma, la cosa di cui fosti più colpito,
Fu un gruppo di nuvole, spostandosi
sagomarono un uomo a cavallo, che impugnava una spada .
Tu, immaginasti, che, fu una visione.
Poi, le nuvole, si dilagarono nel nulla.
Pian, piano, emerse il sole,
coperto, da una nuvola velata,
e pian, piano, giusero fuori,
i suoi raggi sfavillanti,
diffondendo, sulla terra, colori variopinti.
Sbalorditivi!
Colori caldi, arancione, e giallo acceso.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Bruno Briasco il 01/03/2011 13:47
    Confermo quanto detto da Elisa... peccato perchè perdono di consistenza i temi contenuti. Però se la correggi è molto valida nella sua esposizione di impressioni e sogni, di immaginazione e di realtà che riaffiora al cuore...
  • ELISA DURANTE il 08/02/2011 11:10
    Belle le immagini e le emozioni. Troppe, a parer mio le virgole, a meno che vogliano indicare una serie di groppi alla gola...
  • Kevin Fin il 07/02/2011 21:08
    Semplicemente piaciuta, perchè il bello è ineffabile.
    Ps: ti dispiacerebbe commentare la mia A Lei?
  • Aedo il 04/02/2011 00:24
    I colori della natura ci sospingono a vivere emozioni uniche. Brava Anna!
    Ignazio
  • laura cuppone il 02/02/2011 12:49
    impressioni e sogni nelle forme delle nvole...

    bella!!!
    laura