PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Buonanotte

Buonanotte ai tuoi capelli sciolti,
riccioli spersi, in lievi carezze immersi,
serenamente assorti nell'ansa del mio petto...
Buonanotte ai tuoi baci rapiti,
sfiorar di labbra, in immobili silenzi,
mentre le nostre bocche giocano a rincorrersi, sorridenti...
Buonanotte ai tuoi pensieri di me,
ai sogni ingenui, a quelli violenti,
tormentarti di me, e stringere seta lucente,
cercando il mio odore nelle pieghe della mente...
Buonanotte ai tuoi ricordi,
alla tua mancanza, ai teneri sospiri, strazianti destini,
alla sensuale danza dei tuoi occhi, lacrime stupite,
e all'incantevole stretta che imprigiona il mio cuore gravido di te...
Buonanotte alla tua anima incantata,
alle ingenue preghiere, al fumo della candela che svanisce,
con l'ombra del mattino, che giunge, inaspettato...
Buonanotte, amore mio,
e che il nuovo risveglio ti ritrovi abbandonata,
e insieme forte, mio specchio riflesso,
guardandoti assonnata, scoprirmi dentro te,
accarezzare i tuoi sensi, e ritrovarti più leggera,
nuvola azzurra, in questo cielo lacrimante...
Buonanotte,
in attesa di incontrare il tuo sguardo,
e sussurrarti un abbraccio,
rivestirmi della tua pelle,
e del tuo profumo sentirmi avvinto...
Buonanotte,
e che sia la più serena che potresti vivere,
con il mio corpo stretto al tuo,
in un unico amplesso di anime perdute,
ritrovate nel sorriso di questa luce penetrante,
lacerar le tende e sorprenderci insieme,
liberi, teneramente arresi,
finalmente soli...

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Emanuela il 17/02/2013 21:18
    addii che si ripetono all'infinito... calpestando tutto ciò che viene dopo. "buonantte".. così iportante... a tal punto da non ripeterlo mai più a nessuna dopo di lei... ammazzare facendo finta di esser poeti. un poeta con l'accetta in mano. consapevole di tutto. artefice del proprio destino e di quello altrui. l'unica con te è:scappare. non sei capace di amare. ammazzi..
  • Roberto Tarli il 12/05/2011 22:56
    Nulla di cui scusarsi, anzi! sono contento che ti sia piaciuta, ancor più che tu ne abbia colto il senso nella maniera più completa... grazie.
  • ELISA DURANTE il 11/05/2011 10:07
    Non so perchè, ma non ci leggo solo dolcezza e amore... A me sembra... un addio...
    Scusami, se ho interpretato male. È comunque una bellissima poesia.
  • Maria Rosa Cugudda il 25/02/2011 19:21
    Tenero e profondo canto d'amore!
  • Silvia il 20/02/2011 20:41
    bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0