accedi   |   crea nuovo account

Nota

Arteutopia
amar leggere
e penetrare liquidi sulla tela
trama fitta e assetata
che rapisce e secca ogni colore

Sguardi curiosi
e mani dietro la schiena
brevi consulti
ipotetiche supposizioni
chi osserva curioso la propria
curva
chi si rivela apice o pedice
chi precipita nel cielo di balene
chi nuota oceani di immense falene

Sono la
nota
a piè di pagina
col numero secondario di richiamo
per un significato inspiegabile
tagliente e vitreo
sono quel rosso
spropositato

Arteutopia
amar scrivere
e levitare come pennello ben imbevuto
di fervore e fantasia e ceppi ardenti
a scaldare onde radio
filtri magici
tra ombra e luce
tra palco e
sipario.

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • augusto villa il 23/02/2011 23:13
    ... fra palco e soppalco... profumo di talco...
    No daiii... scherzo!...
    ... Molto ricca d'immagini suggestive... che si susseguono incessantemente fino alla fine della poesia...
    Ci sono delle poesie tue... che quando vengono lette... si ha la sensazione di entrare in castello incantato... ---------------
  • Dolce Sorriso il 04/02/2011 13:16
    sai sempre stupire e affascinare... grande...
  • Anonimo il 04/02/2011 12:18
    Molto significativa, molto. "Sono la nota a am pié di pagina". Sei forte, unica.
    Bravissima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0