accedi   |   crea nuovo account

Passeggiata

Vago,
Persa nei pensieri più profondi.
Ascolto,
l'incantevole ghermire del vento fra le fronde degli alberi,
è quasi una carezza questa dolce melodia,
ma io distratta,
ancora non l'ascolto.
Solo mi sfiora,
questo alito di vento...

Ma d'improvviso il cielo è ratto, smarrito e tocco
Non più sussurro ma grido imperioso fino allo scoppio tumultuoso:
Uno scuotere di rami, uno sbattere di ali, un fuggire di spavento..

E tutto,
di nuovo,
Tace...

Nel Silenzio attonito, riprendo imperterrita il mio cammino.
È un pensiero fugace,
o soltanto il tuono solitario dell'estate?...

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • cristiano daniele il 30/03/2011 11:13
    La chiusa è molto bella.
  • Anonimo il 17/02/2011 11:16
    Bellissima poesia Evelyn... Complimenti...
  • Aedo il 03/02/2011 00:17
    Bellissima poesia: l'incanto della natura, il voler fuggire dal frastuono, il senso del silenzio interiore... Brava!
    Ignazio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0