accedi   |   crea nuovo account

Carie in vena

Tremor di cute
allo sfiorarti di sguardo,
lambita dal desio

Mi rode l'attesa,
la carie tua viva
in vena scorre

Sfido la follia rumoreggiar
afoni deliri,
corde che vibrano
dei tuoi silenzi

Confonde e corrode
la stretta ch'affonda
il mio vacuo sillabico

Frinisce tua cuspide
a copular squarci
in frammenti d'iride

Come polline al vento
sei fraseggio vago
sulla rada del petto

Un lampo di luce
che non spegne l'oscurità.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Verdiana Maggiorelli il 28/05/2011 14:45
    Come polline al vento
    sei fraseggio vago
    sulla rada del petto

    That's poetry!
  • Anonimo il 21/02/2011 18:48
    Sei molto bravo! Una poesia di raffinata musicalità
  • Anonimo il 03/02/2011 19:31
    wwwooowww tutti i miei complimenti!!!!! bella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0