PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Attico in periferia

La mia casa è un attico.
Abito sui tetti.
Come un gatto sul cumignolo
guardo sotto
la vita che va.
Dall'alto
non si colgono i dettagli
però si vede ciò che accade.
Di giorno
scorre forsennatamente,
come in tante vie
della città.
Di notte
lenta, viziosa,
schifosa
vita di periferia
di una grande città.
Fiamme accanto ai lampioni,
tenute vive,
e Quelle,
avanti e indietro
come Felini in gabbia.
Le auto si fermano,
contrattano,
poi ripartono.
Sgomma
chi non trova l'accordo,
lentamente
chi ha comprato
l'illusorio momento.
Saranno giovani
quelli che si fermano,
i giovani sono sempre in tiro.
Non sono mai andato a puttane,
chissà perchè.
A volte
una nuova esperienza
mi tenta.
Freno,
penso alla pulizia,
le malattie,
il preservativo;
a me piace solo senza.
E poi,
ho una certa età,
non mi accendo
senza preliminari.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Ezio Grieco il 05/02/2011 15:16
    Ciao Giusy, grazie per la tua costanza nel leggere le mie... fatiche.
    Un bacione grande grande.
    cl
  • Ezio Grieco il 05/02/2011 15:15
    Ciao Antonio, commento molto gradito, grazie.
    cl
  • Ezio Grieco il 05/02/2011 15:14
    Ciao Lory, a te mille applausi.
    cl
  • Giusy Lupi il 05/02/2011 14:09
    Piaciuta, un tema molto attuale, vecchio e giovane nello stesso tempo.
    Ciao alla prossima lettura,
    Giusy
  • Antonio Pani il 04/02/2011 22:55
    "Pensiero a voce alta", espresso in modo gradevole, genuino e appropriato. Apprezzata. A rileggersi, ciao.
  • loretta margherita citarei il 04/02/2011 21:26

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0