username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'amica fantasma

E, una persecuzione.
Ogni notte, Lara, viene svegliata, da una dolcissima carezza sul viso.
Rotolandosi, tra le lenzuola, inquieta,
non percepiva chi ci fosse in camera,
impaurita, terrorizzata, si coprì il capo con le coperte,
urlando : chi sei? Chi sei?
Tutto tace.
Riaddormentatosi. Nella notte inoltrata,
sentii, bisbigliare vicino all'orecchio,
una vocina sottilissima, svegliati! Svegliati!
Fece un gran balzo dal letto,
rimase distesa impietrita, dalla paura,
aveva il corpo come paralizzato, all'improvviso,
vide passare come un flash
un'ombra bianca, attorniata, da una luce azzurrina, senti
un intenso profumo di fiori inebriante.
Lara aveva il cuore in fibrillazione,
il respiro ansimante, urlava chi sei? Chi sei?
Perché tutte le notti, vieni ad infastidirmi?
Aiuto, aiuto,
tranquilla, tranquilla, non voglio farti del male!
E allora cosa vuoi da me?
Semplicemente esserti amica.

 

1
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 29/08/2012 07:34
    ... meglio che niente,
    può consolare,
    bella...

6 commenti:

  • denny red. il 11/05/2011 01:25
    non facile.. capire chi è.. questa cara amica
    dove tutte le notti..
    Bella!!! ben Scritta!!!
    Brava!!

  • Aldo Riboldi il 17/02/2011 11:56
    Una bella poesia... descrizione molto vera e accurata... brava Anna!
  • Aedo il 04/02/2011 15:04
    Una poesia meravigliosa, che prende l'aspetto di una storia avvincente, ricordando l'atmosfera di "Cime tempestose". Le tue composizioni, Anna, mi piacciono molto. Ciao
    Ignazio
  • Sergio Fravolini il 04/02/2011 14:32
    I titolo mi pace molto e anche il testo.

    Sergio
  • Salvatore Ferranti il 04/02/2011 13:09
    bellissima poesia. molto apprezzata
  • laura cuppone il 04/02/2011 13:00
    Anna, non credo alle coincidenze ma il mio nick é Lara e ho avuto un sacco di "amici"... del genere...

    sorrido all'ironia...
    e alla tua bella poesia.

    un aabbraccio
    laura