username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

In che mondo

In che mondo vivo
fatto di trasparenza
di muri, si entra, si esce
confondo passato, presente
persone, situazioni.

Mondo incomprensibile, irreale
rimembro gli anni che furono
rivivo gioie non valutate.

La bella stagione mi offre un passaggio
vorrei accattare, senza pensare: dietreggio.

In che mondo rotondo potrò riabitare?

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

18 commenti:

  • francesco giuffrida il 15/04/2011 13:25
    valida riflessione su di un mondo che ha perso il suo equilibrio. brava.
  • Nicola Lo Conte il 22/03/2011 21:08
    "In che mondo rotondo potrò riabitare?"
    Ovunque il cuore ti porti!!!

  • Mat S il 18/03/2011 12:22
    Figurati, è un piacere leggerti
  • Maria Rosa Cugudda il 17/03/2011 14:10
    Grazie Mat S.
  • Mat S il 17/03/2011 12:08
    Profonda riflessione sul pazzo e frenetico mondo in cui stiamo vivendo
  • Maria Rosa Cugudda il 13/02/2011 12:59
    Forse hai ragione! ti ringrazio.
  • Ivan Bui il 13/02/2011 12:46
    ... ma il mondo é ancora rotondo? Prenditelo il passaggio e fai un bel respiro. Serve...
  • Maria Rosa Cugudda il 12/02/2011 20:28
    vi ringrazio, per i vostri profondi e validi commenti!
  • Giuseppe Tiloca il 12/02/2011 17:56
    Lotta per stare in un mondo che piace a te ed a chi vuoi tu, per ottenere un mondo migliore.
  • Bruno Briasco il 12/02/2011 11:51
    Lotta per te stessa... vivi nel mondo della fantasia "coi piedi per terra" altrimenti QUESTO mondo ti stritola. Per fortuna ci sono gli amici... quelli veri intendo ed il tuo essere pura, il ricercare cose tralasciate ma che riafforano alla memoria come parafulmini... Brava.
  • Ugo Mastrogiovanni il 05/02/2011 18:31
    "In che mondo rotondo potrò riabitare?" Non mi sorprende la voglia di circolarità che chiude questi interrogativi: la sfera è da sempre una forma perfetta. Gli innumerevoli intesi quesiti che il poeta si pone con versi che rimbalzano senza risposta interessano ognuno di noi. Forse richiedono concentrazione, a volte inducono ad una percezione extrasensoriale e forse proprio per questo, da quando il mondo è mondo, ci affidiamo alla magica sfera di cristallo. Maria Rosa mi scuserà per questo ragionamento piuttosto estremistico ma, a noi che ci dilettiamo di poesia, a volte piace anche eccedere.
  • loretta margherita citarei il 05/02/2011 05:01
    molto mi è piaciuta, bella riflessione
  • denny red. il 05/02/2011 03:27
    non pensare.. fai sempre un passo avanti, e abbraccia sempre.. tutto il mondo.
    Molto Bella!!! Brava!! Maria

  • Maria Rosa Cugudda il 04/02/2011 19:03
    vi ringrazio tutti, per i graditi commenti!
  • Don Pompeo Mongiello il 04/02/2011 18:20
    Nel migliore. Questa è la risposta, perché qui in questo mondo greve per nostra fortuna siamo solo di passaggio. Brava per questa tua tanto bella.
  • Massimo Genovese il 04/02/2011 15:51
    una bella poesia piena di perche'
  • Giacomo Scimonelli il 04/02/2011 14:55
    è vero...è sempre un piacere leggere i tuoi profondi pensieri
  • Salvatore Ferranti il 04/02/2011 13:40
    sei molto brava. ti leggo con piacere.
    un caro saluto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0