accedi   |   crea nuovo account

Il disoccupato

Il lavoro è solo
una vuota promessa
e chi la fa soltanto
confessa:
la burla di una Istituzione
che scompare
e riappare al momento
della elezione!!!!!
E colpa sua dira'
qualcuno
se fosse in gamba
ne troverebbe uno!!!!
Difficile accusare
chi è al potere...
d'altronde
bisogna proteggere quel sedere,
da tempo posto
su quel seggio
non importa
se le cose poi vanno peggio;
ci son tanti
concorsi che si posson fare
basta scegliere il titolo di studio
da usare...
dipende da quello
conseguito,
anche se poi non si muove
un dito
per rendere la burocrazia
meno pesante...
ormai di graduatorie
c'e' ne sono cosi' tante!!!!
Tu abbi pazienza..
questo è il sistema
prima o poi si risolve il problema;
e se morrai senza un soldo in tasca
questa è la vita:
si perde e si casca!!!!!
L'Italia è sul lavoro
da anni fondata
anche se dei suoi figli
non sembra preoccupata;
li lascia morire
in inutili speranze
mentre tollera
tutte quelle devianze,
di un sistema
ormai troppo impasticciato...
E sembra che la colpa
sia solo del disoccupato...
che se a quarant' anni
non si è ancora impiegato
merita soltanto
di morire affamato!!!!

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 02/12/2011 12:45
    Sono d'accordo con te!!! Bisogna cambiare il sistema fatto di malaffare, ripristinare le regole e la legalità o saremo irremediabilmente perduti. Un Paese che penalizza le proprie risorse lavorative ed intellettuali è un Paese destinato a morire. Uniamoci e lottiamo per un Paese più giusto e più equo. Creiamo un paese che dia coraggio e speranza ai giovani. Non costringiamoli ad emigrare e considerare la loro
    Patria una matrigna, dove la parola democrazia ed equità sono scritte solo sul dizionario. È una vita che lotto per questi giusti principi e sacrosanti valori, ma spesso ho predicato ai sordi. Auguro un mondo di bene a tutti. ciao
  • Massimo Genovese il 20/06/2011 15:59
    VOI CHE SIETE ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA AVETE LA RESPONSABILITA' MORALE E GIURIDICA DI CAMBIARLO IL SISTEMA O ALTRI ITALIANI SARANNO COSTRETTI A MENDICARE ALL'ESTERO PER UN PIATTO DI MINESTRA DOPO CHE HANNO FATTO NEL CULO PER STUDIARE E LAUREARSI O PER LAVORARE IN ITALIA SENZA RISULTATI E FRA QUESTI ITALIANI CI POTREBBE ESSERE ANKE UNO DEI VOSTRI FIGLI, PENSATECI, RIFLETTETECI!!!
    USATE GLI STRUMENTI DI DEMOCRAZIA CHE VI OFFRE L'ITALIA PER CAMBIARE LE COSE E USATELO SAGGIAMENTE, NON FAVORENDO SEMPRE CHI VI FAVORISCE O VI ILLUDE DI FARLO... BASTA CAMBIATE L'ITALIA O L'ITALIA SI DISTRUGGERA' DA SOLA.. E DIVENTERA' PEGGIO DELL'ARGENTINA
    E DEI PAESI POVERI DEL SUD AMERICA..
  • Bruno Briasco il 12/02/2011 11:54
    Cruda, ma vera... purtroppo! La colpa è del sistema??? Spero che le nuove generazioni sappiano cogliere dai nostri sbagli il meglio ma all'orizzonte... nulla di nuovo, per ora!
  • Ezio Grieco il 05/02/2011 12:37
    Piaciuta, condivisa; speriamo che i giovani si uniscano per... cambiare qualcosa... non che io creda tanto, sono quarant'anni che le cose vanno così...
    cl
  • silvana capelli il 04/02/2011 22:55
    beati i forti, beati i ricchi e i potenti, beati quelli che hanno tanti armenti, però, non so se moriranno contenti.
    Tu soppraviverai e sereno sempre vivrai.
    Il tanto affaticar non giova
    tutti dobbiam tornar alla madre terra
    e, il nostro nome a malapena si ritrova.

    buona fortuna,
    comunque, hai proprio ragione.
  • Antonio Pani il 04/02/2011 22:50
    Pensiero apprezzato, giusto e "centrato", espresso con musicalità e stile appropriati. Condivido appieno, è una fotografia che rappresenta in modo corretto buona parte della pochezza che ci circonda. Mi è piaciuta, bravo. A rileggersi, ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0