PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Non tu

Non essere
Ti prego
Il vento che alla sera s'inchina
Nemmeno l'effimera fiaba
Che il cuore per sempre mi nega
Guarda
Nella notte ormai avara di luce
Drappi di cielo
Fradici di stelle
Piangono
Comete sgualcite dal nero ricamo
Attendo
E muoio
Perchè tempo più non possiedo
L'alba che bramo
Amore
È del giorno che temo
Ma non velare
Ti prego
Il tuo sguardo
Della fine che chiama al mattino
Siedimi accanto
Ancora
Negli ultimi raggi
Del sole che vedo
Sereno
Mi lascio e abbandono
Limiti di spazio che mi hanno
Ma non tu

Amanti immoti siamo
E al crepuscolo rosso saremo

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Evelyn Di Maio il 26/09/2011 09:59
    "Amanti immoti siamo e al crepuscolo rosso saremo". Un abbandonarsi e riprendersi di continuo fino alle prime luci dell'alba e poi di nuovo fino al calare della sera. Veramente bella.
  • Anonimo il 10/07/2011 18:10
    è bellissima, bravo, sono rimasta senza parole
  • ELISA DURANTE il 09/05/2011 07:45
    Malinconica, dolce e decisa allo stesso tempo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0