accedi   |   crea nuovo account

Il popolo degli scomparsi

Ormai vivono solo
nella città del ricordo
migliaia di volti
inghiottiti dal buio.
Devasta così il silenzio
di chi sa qualcosa,
il cuore è antro sicuro
da cui nulla trapela:
ma si spera ogni giorno
il miracolo di un indizio
che strappi quei cari
al limbo dell'inesistenza.

 

l'autore Maurizio Cortese ha riportato queste note sull'opera

Ispirata dalla notizia che in Italia, negli ultimi decenni, sono scomparse quasi 24. 000 persone.


0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 09/02/2011 12:38
    Sempre attuale e stimolante nell'assunto, il Cortese rimane sciolto da ogni impianto metrico, in modo da esercitare la poesia in ambito espressamente privato, nel segreto della propria esperienza individuale.
  • Ezio Grieco il 07/02/2011 11:21
    Tema delicato, attuale e scottante in una breve e concisa poesia.
    cl
  • Simone Scienza il 07/02/2011 11:06
    Appesi ad un filo
    sul pozzo della dimenticanza

    Hai affrontato benissimo un tema davvero delicato
  • laura marchetti il 06/02/2011 20:33
    p. s... sono un'accanita spettatrice di CHI L'HA VISTO che considero un programma di utilità sociale, ma come dissi tempo fa... se dovessi sparire non andate a CHI L'HA VISTO vorrà dire che sono scappata col destino...
  • laura marchetti il 06/02/2011 20:31
    non avevo letto la tua nota e di primo acchito ho pensato ti riferissi ai poeti del sito... perdonami
  • Vincenzo Capitanucci il 06/02/2011 15:52
    Migliai di volti inghiottiti dal buio...
    nel cuore una città di ricordi... in attesa di un miracolo d'Amore...
    Molto bella.. Maurizio..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0