PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Morivo di Poesia

C'era tale poesia
in quelle parole non dette!

Udivo tanta dolcezza
nei gesti sbiaditi
che la mano d'Egli
compiva.

Il profumo aspro
che serpeggiava fin
nel mio cuore,
sussurrava più parole d'amore
di quante la realtà
vedesse,
alle mie orecchie fini.

Non si poteva chiamare amore,
no,
si chiamava poesia
pura armonia tra corpi
e anime
e sensi.
E io ne ero cantante
mentr'Egli
ne diveniva Musa,
sogno e realtà.
E io morivo,
morivo
della mia stessa poesia.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Roberto Tommasi il 08/03/2011 15:09
    La poesia è amore, l'amore è poesia...

    W le donne sempre e non soltanto x oggi...
  • carmela marrazzo il 18/02/2011 09:19
    "morivo di poesia"... magnifico, rende perfettamente il senso della tua bella poesia.
  • Vincenzo Capitanucci il 07/02/2011 11:10
    ed io morivo... nella mia stessa poesia..

    Bellissima Natascia.. un profumo aspro serpeggiava nel mio cuore.. in pura armonia.-.
  • laura marchetti il 06/02/2011 20:42
    bellissima!! morire di poesia, dolcissima morte...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0