accedi   |   crea nuovo account

Nevica

Nevica. Dietro la mia finestra
un manto bianco colora di luce la notte profonda.
Il rumore della città
ora è spento dal silenzio candido
e mentre tutto si ferma
io rimango nell'attesa.
Nevica. L'ansia della sera che corre
è lenita dal velo che si estende,
cade dal cielo la pace
e inonda il fiume nero dal quale parole bruciate
lasciano spazio all'immensità:
l'anima si apre fiduciosa
alla porta appena spalancata.
Tutto è finito:
ogni cosa è rimasta indietro.
Contempla l'orgoglio cuore mio
prima che nasca il mio nuovo io.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Anonimo il 08/09/2011 12:04
    bellissima lirica... tutto è ovattato, l'ansia è placata da un velo candido... l'anima si apre fiduciosa alle porte dell'immensità... bellissima metafora complimenti un abbraccio carla
  • Sergio Fravolini il 25/03/2011 08:40
    "tutto è finito" ... mi piace.

    Sergio
  • Mat S il 15/03/2011 19:32
    Mi associo al commento di Michela Stupenda, brava Marianna!
  • Marianna Sabia il 15/03/2011 11:40
    Grazie per il commento, Michela. Mi lusinga.
  • michela salzillo il 15/03/2011 01:54
    Leggendola sono riuscita a figurarmi il momento, penso che questo sia la dimostrazione che hai compiuto un buon lavoro
  • Bruno Briasco il 18/02/2011 11:21
    Molto bella come introspezione e come prosa!!
  • Anonimo il 16/02/2011 16:36
    "Nevica. L'ansia della sera che corre
    è lenita dal velo che si estende,
    cade dal cielo la pace
    e inonda il fiume nero dal quale parole bruciate
    lasciano spazio all'immensità: "

    Complimenti Marianna... piaciuta
  • Ugo Mastrogiovanni il 13/02/2011 11:16
    Il tema dell'affacciarsi alla finestra è ricorrente nella poesia: è parte preminente della poetica della sorpresa; ma qui c'è anche la notte profonda, il silenzio candido, l'ansia della sera, il senso d'immensità, la ricerca del nuovo io: tutta la vastità infinita del cuore di questa giovane e brava poetessa.
  • Anonimo il 11/02/2011 12:30
    mi piacciono le immagini evocate. la notte ci si osserva prima di dormire per risvegliarsi il mattino seguente diversi. brava
  • Virginio Giovagnoli il 08/02/2011 11:35
    Mi piace, sono immagino che sovrastano spesso il mio pensiero.
  • Marianna Sabia il 07/02/2011 12:40
    Grazie Ignazio, sono contenta che ti sia piaciuta. Buona giornata.
  • Aedo il 06/02/2011 19:52
    La tua bella poesia è contraddistinta da immagini suggestiva e una particolareggiata ricerca introspettiva. Brava!
    Ignazio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0