PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Soffi

Soffio l'anima
tra le pagine
di una Bibbia,
ove un tempo
distratto
mi guarda invecchiare.
Nascono Stelle
tra vuote volute
di esistenze sfumate.
E mentre mi sfugge
dal dito l'anello,
il Cielo che passa
non desta interesse.
Carezze sul viso
di Foglio Immortale
che non ha sorrisi
per me questa sera.
Lo sguardo ormai
stanco
rifiuta la luce
che da quella fiamma
colora la notte.
Logos Parola
ha perso il linguaggio,
due lettere
ancora
e poi chiudo il Libro.
Ma scienza non vuole
conoscere
il Verbo
e Logos ritorna
un mito nascosto.

Si alzi domani,
chi vuole provare
a cercar nel buio
le braci lontane.
Il bacio del cielo
già bagna la pelle,
chi cerca risposte
si legga le Stelle.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Filippo Chelli il 08/02/2011 19:13
    Grazie, Elisabetta!!
  • Elisabetta Fabrini il 08/02/2011 16:35
    Veramente una bella opera... molto particolare... piaciuta molto.
    Bravo Filippo!
  • Filippo Chelli il 08/02/2011 16:09
    Grazie, Vincenzo!
  • Vincenzo Capitanucci il 08/02/2011 15:58
    Bellissima Filippo.. Il bacio del cielo
    già bagna la pelle
    di chi cerca risposte...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0