accedi   |   crea nuovo account

Il sentiero

Quando un re affonda le sue mani nell'oro sa che non potrà avere nemmeno una stella.
Tra le flebili braccia di un inverno dal tepore acre, il mio stanco pensiero corre sàpido al tuo respiro lontano.
Un trepido mare che sgorga imperterrito sopra l'immane gioco di me e te.
Porta l'azzurro veliero un domani incerto
tramutarlo presto,
il sentiero.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 12/02/2011 18:04
    L'episodio, la sequenza d'immagini delicatamente ornate svelano un tempo di incertezze, sembra necessiti un chiarimento per trovare e accettare una posizione di equilibrio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0