PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Muratore (A mio padre)

Oh! Muratore!
Tu hai dato tutto te stesso
nel lavorar sin dalla minore età,
da quando il dopoguerra
ti portò la fame.
A sette anni eri un piccolo ometto
mentre oggi un bimbo
a quest' età studia e gioca.
La tua fanciullezza
è stata dura e travagliata.
Di lavori ne hai svolti tanti
ma uno solo te n'è rimasto
quello che Dio
ha scelto per te : "il muratore".
Di uomini che costruiscono
case e palazzi, chissà
quanti ce ne sono, ma tu,
anche se piccolo di statura
hai delle spalle larghe e forti
che sostengono il lavoro
di tre uomini messi assieme.
I tuoi colleghi ti chiamano
"Ercolino".
Nessuno comprende
ciò che fai, la gente
ti giudica per uno o più
giorni di mancato lavoro,
sotto la pioggia.
Nessuno immagina che
di notte ti rigiri tra le coperte
svegliato da un rimbombo
di tuoni e lampi che illuminano
la tua mente, pensando all'indomani.
Sarai tu a non lavorare
oppure a portare avanti
il dovere di un uomo
che ha famiglia, anche
lavorando sotto
la pioggia battente.
Di buon'ora al mattino
ti alzi e guardi fuori,
speri in un raggio di sole.
Se nel cielo appare il grigio
rimani lì e pensi che
un'altro giorno forse sta
scivolando senza guadagno.
Rimani in balia
dei tuoi pensieri e vagheggiando
ti vedi già con i capelli bianchi
e un bastone tra le mani.
Con un minimo di pensione
ti ritrovi ancora a lavorare.
Non ti sono stati mai
riconosciuti i diritti
di un valoroso, ma,
nonostante tutto
sarai sempre
un grande uomo."Muratore"

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Sergio Fravolini il 08/07/2010 16:44
    La storia di una vita raccontata in dolci parole.

    Sergio
  • Nadja Letizio il 14/09/2009 23:49
    Io sono fiera di avere dei genitori così e li invidio, vorrei sapere essere come loro.. sapere essere forte... e "avere le spalle larghe"... complimenti
  • Riccardo Brumana il 26/04/2007 09:41
    spero che l'abbia letta questa tua bellissima dedica, sei fortunata ad avere un padre così, ma anche lui è fortunato ad avere una figlia come te complimenti.
  • miryam maniero il 24/04/2007 22:29
    cara giuseppina condivido tutte queste tue emozioni, grandi questi padri.. davvero.
    Anche mio padre era un muratore e sono cresciuta ricca di valori e ideali proprio grazie ai suoi sacrifici, umiltà e amore verso la sua famiglia ch'era tutto.
    Brava.. a rileggerci.
    (se ti va di leggere ne ho qualcuna su mio padre...)Ciao.
  • Ezio Grieco il 20/04/2007 23:59
    Bella dedica ad un grande papà di vecchio stampo.
    Brava
    un saluto
    Clezio
  • Caterina Siclari il 19/04/2007 18:35
    Un grande uomo davvero il tuo papà se é riuscito ad infonderti sani principi e nobili sentimenti. Devi esserne orgogliosa, Giuseppina.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0